Sulla pelle degli ostaggi della Diciotti non c’era nulla da vincere

In presidio al porto di Catania, tentando ogni maniera per far sentire la nostra solidarietà alle donne e agli uomini a bordo della nave Diciotti, noi non giocavamo a braccio di ferro col Ministro Salvini. Mai abbiamo pensato che il nostro stare lì fosse soltanto l’espressione politica dell’opposizione alle scelte del Governo. Se così fosse stato avremmo dovuto avallare che tenere ostaggio delle persone, causando malattie e sofferenze, potesse essere una legittima scelta di un Governo.

Crociere a Catania in calo del 20%

Sono solo 86mila 848 i turisti previsti al Porto di Catania nel 2017, ventimila in meno rispetto all’anno scorso. Un calo disastroso per la città di Catania e le aree turistiche vicine che perdono il 20% di crocieristi in un solo anno.

Il diritto alla vita non si può cancellare

I 1004 migranti che stanno scendendo dalla Dattilo, stamattina sono diventati 1007 poiché tre donne hanno partorito tre nuove vite . In pochi giorni sono stati salvati oltre 10.000 migranti, ma purtroppo i cadaveri recuperati in queste ore sono ventotto. A pochi giorni dal tragico anniversario del 3 ottobre 2013 esprimiamo il nostro disgusto per le ipocrite “celebrazioni” da parte di istituzioni, che sono le principali responsabili di questo massacro

Catania e il suo porto

Incontro sul futuro del Porto e sulla vicenda della Vecchia Dogana con il Commissario dell’Autorità Portuale, l’Ammiraglio Martello. L’edificio concesso anni fa in gestione alla società “Vecchia Dogana s.p.a.” si prefiggeva con soldi pubblici e privati di creare un salone del gusto. Inoltre l’erogazione dei finanziamenti comunitari prevedeva che il progetto migliorasse l’accoglienza dei turisti che sbarcano dalle navi attraccate al Porto della nostra città.

Destinazione… Cara di Mineo

A bordo di 6 pullman i 280 migranti sono stati trasferiti al CARA di Mineo, così come è avvenuto dopo lo sbraco a Reggio Calabria di sabato scorso, quando 500 migranti dei 900 arrivati, sono stati lì trasferiti. Oramai, nonostante l’inchiesta su Mafia Capitale e la gestione commissariale, il Cara di Mineo, che a Dicembre contava 1600 “ospiti”, adesso ne vede più del doppio, oramai funziona anche come “hotspot”, vedremo come ne blinderanno una parte.

Tute blu per chi non annega nel Mediterraneo

Migranti al porto di Catania

La nave ha tratto in salvo oltre trecentocinquanta naufraghi africani. Oltre le transenne pochi giornalisti e cameraman restano in attesa che qualche rappresentante dell’amministrazione locale, probabilmente troppo impegnato a prepararsi ad accogliere a braccia aperte il presidente del consiglio Matteo Renzi, si faccia vivo per rilasciare una dichiarazione, ma nulla di fatto. Certo, pur sempre di accoglienza stiamo parlando.

Augusta batte Catania 7 a 1

Sul porto di  Augusta  sono sette  gli  indagati,  sette  ben note  persone di alto impegno sociale, politico e militare  fra le  quali perfino un Ammiraglio. Tutti  dovranno rispondere  per  una sola  concessione di  un  solo pontile. A Catania invece,  risulta rinviato a Giudizio solo il Direttore dei Lavori della abusiva,  costosa  e devastante  darsena portuale da decine di pontili per le poche ditte di trasporto operative, non escluse quelle  sotto indagini, sequestri e confisca per mafia.

Duemila turisti arrivano al porto ma è chiuso il polo crocieristico

I cancelli della Vecchia Dogana sono rimasti chiusi e i turisti hanno dovuto raggiungere il centro cittadino transitando dal piccolissimo varco pedonale all’ingresso del porto. Una situazione intollerabile dopo che la comunità e le autorità pubbliche hanno investito milioni di euro proprio per accogliere al meglio i turisti in città. Un danno di immagine incalcolabile per la città di Catania e per il suo sviluppo turistico.

Comunicato Stampa

Nonostante le gravi dichiarazioni del Commissario dell’Autorità Portuale, Cosimo Indaco, le attività di discoteca della Vecchia Dogana sono proseguite come se nulla fosse successo. Anzi, il Comune di Catania, tramite l’Assessorato alle attività produttive sta tentando di avviare collaborazioni con le società che hanno in gestione i locali, attraverso lo spostamento proprio alla Vecchia Dogana del mercatino delle pulci. A causa di tale forzatura dell’amministrazione il mercatino di domenica 13 marzo non si terrà, per il rifiuto degli espositori di essere trasferiti in quella sede.

Vecchia Dogana, approdo dei croceristi trasformato in discoteca

Nonostante l’annuncio dell’Autorità Portuale e del Comune di Catania dell’aumento dei flussi di turisti e croceristi al Porto di Catania, nonostante la presentazione in pompa magna della futura apertura del porto alla città, la “Vecchia Dogana”, stazione marittima della città e”polo enogastronomico”, abbandona la vocazione turistica, viene chiusa all’accesso libero della gente e diventa discoteca.