Tarlabaşı, Istanbul

Svendere la cultura della città

Istanbul sta andando verso un enorme processo di trasformazione urbanistica. Quartieri situati nella penisola storica e distretti turistici sono stati abbattuti uno per uno per dare spazio a lussuosi palazzi residenziali e centri commerciali per il progetto di trasformazione urbana dell’area dei quartieri popolari che li renderà ricchi, puliti, raffinati. Tarlabaşı, situata nel cuore di Beyoglu, Instanbul, fu scelta nel 2007 per diventare gli “Champs-Elysees di Istanbul”. Tradizionalmente abitato da popolazione greca ed armena, a cui si sono aggiunti rumeni e curdi in fuga dai villaggi in fiamme dell’Anatolia Orientale, Tarlabaşı è un quartiere vivace che incorpora varie culture e stili di vita.

Siccome gli edifici storici della zona non ebbero concessione di ristrutturazione, il quartiere, con i suoi affitti bassi, diventò centro di attrazione per la popolazione meno agiata: disoccupati, prostitute, riciclatori, emigranti illegali etc. Il progetto urbanistico di trasformazione di Tarlabaşı è stato promosso come la “sterilizzazione” di Beyoglu, per rimuovere “spacciatori, ladri, travestiti, senzatetto” e trasformarla in zona turistica e residenziale. Il progetto prevede lussuosi palazzi, hotels, parcheggi a più piani, per un totale di 278 costruzioni. Tutte le famiglie che lavoravano e vivevano nella zona sono state costrette a spostarsi in periferia o a ritornare nei loro paesi. L’intera area è stata transennata ed i palazzi sono stati abbattuti.

VITA DURA

Cemre, residente e prostituta di Tarlabaşı, dice che la sua vita è diventata più dura da quando il posto dove lavorava è stato demolito, e ora deve lavorare in strada e pagare spesso multe alla polizia.

Un pensiero su “Tarlabaşı, Istanbul

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *