Un altro sindacalista ucciso dalla mafia – I Siciliani Giovani

Un altro sindacalista ucciso dalla mafia

Piana di Gioia Tauro. Soumaila Sacko come Placido Rizzotto

1948, Camera del lavoro, Corleone. “Compagni contadini, è stata approvata la riforma agraria, occupiamo le terre incolte e abbandonate dai latifondisti, la legge lo permette”. Questo diceva il sindacalista partigiano Placido Rizzotto.

sacko mauro biani 1018

Masse di contadini con le loro famiglie si mossero per occupare le terre dei padroni, zappe e vanghe in spalla per rassodare le terre abbandonate e incolte. Ma i padroni reagirono con le bande mafiose, non potevano lasciare che dei “sporchi” contadini togliessero loro le terre avute per discendenza, e rubate ai contadini. Il neo Stato repubblicano si girò dall’altra parte. 10 marzo 1948, Placido Rizzotto viene rapito e ucciso nelle campagne di Corleone per ordine del boss, dottore Navarra. I mandanti sono i padroni.

***

Sabato 2 giugno 2018, in un’azienda abbandonata, tre ragazzi africani, con regolare permesso di soggiorno, recuperano lamiere per costruirsi una baracca. Siamo nella Piana di Gioia Tauro, e poco distante, c’è la baraccopoli di San Calogero dove emigranti vivono in condizioni disperate e schiavi dei proprietari terrieri.

Tra quei tre ragazzi africani c’è un giovane, di 29 anni, proveniente dal Mali, si chiama Soumaila Sacko. Fa il sindacalista per l’USB e difende i 3500 lavoratori della baraccopoli. Mentre i tre ragazzi raccolgono le lamiere abbandonate, a poca distanza si ferma una vecchia panda bianca, scende un uomo e spara quattro colpi di fucile caricato a pallettoni. Quattro lampi, quatto colpi e uno dei ragazzi viene ucciso, uno ferito e il terzo si salva. È stato ammazzato un sindacalista, quel ragazzo del Mali, fuggito da fame e guerre per trovare lavoro e giustizia sociale.

Questa è la prima uccisione, dell’Era Salvini, vicepremier e ministro degli Interni, che da diversi anni semina odio per gli emigranti. Come gli emigranti contadini fuggiti dal sud d’Italia perché qualcuno non voleva dare loro le terre da coltivare. Il giovane sindacalista è stato ucciso come fu ucciso Placido Rizzotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.