ivana – Pagina 2 – I Siciliani Giovani

E luce fu

Ovviamente Villari, Puglisi, Deodati, Odevaine e tutti gli altri sono innocenti fino a condanna definitiva in primo, in secondo e terzo grado e magari davanti alla Suprema Corte Europea. Ma possiamo dire, sommessamente e con tutto il garantismo possibile, che noi fra i nostri firmatari questi signori e i loro conoscenti, parenti, amici e persino vicini di pianerottolo preferiremmo non averli?

Leggi tutto

Giorno dopo giorno

“Per me e chi soffre della mia stessa patologia indossare la mascherina non è una novità: io la utilizzavo anche prima, ad esempio quando andavo in un centro commerciale o semplicemente quando mi facevo visitare dai dottori in ospedale”- continua Giada-“ Prima che scoppiasse la pandemia venivo vista di malocchio da chi non conosceva la mia malattia, in molti si chiedevano come mai portassi la mascherina, pensavano erroneamente che fossi io l’untrice. Avevano paura che li potessi contagiare, in realtà è esattamente l’opposto, infatti anche prima dovevo mantenere un minimo di distanza rispetto ai miei amici e ai miei contatti in generale.”

Leggi tutto

100.811

Proviamo a dare i numeri. 153.147 furono i civili deceduti durante la seconda guerra mondiale nel nostro Paese. 470 sono i morti sparpagliati negli anni “di piombo” tra il ‘69 e l’84. La città italiana di Lecce conta 93.679 abitanti; Novara 102.144. All’Olympiastadion, il giorno della finale dei Mondiali del 2006, a gridare c’erano 69.000 tifosi. Infine, su una Freccia Milano-Roma, ci sono 574 posti a sedere.

Leggi tutto

Ancora il caso Gregoretti

“Il Gup Nunzio Sarpietro ha rigettato la richiesta di una delle parti civili, AccoglieRete, di sentire come  testimone Luca Palamara, ex presidente dell’Anm e componente del Csm. E’ stato ascoltato oggi come teste, invece, l’ambasciatore Massari che ha confermato che ” le ricollocazioni dei migranti in Europa avvenivano in modo volontario e non erano previste da nessun accordo”- ci riporta l’avvocata di Legambiente Daniela Ciancimino.”

Leggi tutto

IL GENERALISSIMO DEL COVID E LA MILITARIZZAZIONE DELLA SALUTE

“Lo strumento sanitario – concludeva Figliuolo in Senato – fonda la propria efficacia sui principi cardine dell’organizzazione militare e della moderna Sanità militare: flessibilità e duttilità, meccanismi di coordinamento e decisionali snelli, procedure chiare e condivise a tutti i livelli, addestramento realistico e ampio bagaglio esperienziale derivante dalle attività compiute nei Teatri Operativi. Questo ha formato il nostro personale sanitario a lavorare, con professionalità e disciplina, in condizioni di pericolo e sotto stress”.

Leggi tutto

Sul caso Gregoretti

L’audizione dei ministri Lamorgese e Di Maio come testimoni sul caso Gregoretti si è svolta in una giornata caratterizzata dall’ ingresso della Lega guidata dal senatore Salvini nel governo e dalla ripresa di una comunicazione tossica che continua a confondere il piano politico della questione “sbarchi” con i profili di diritto attinenti alla specifica vicenda.

Leggi tutto

INCETTA USA DI TAMPONI ANTI-COVID. BRESCIA CHIEDE D’INDAGARE MA LA CASSAZIONE DICE NO!

Da una disamina dei periodi in cu sono stati effettuati gli acquisti di tamponi si evince che 33 milioni sono stati ordinati dal Commissario Straordinario per l’emergenza anti-Covid nell’arco di una decina di giorni, tra il 22 ottobre e il 4 novembre 2020, cioè molto tempo dopo la prima ondata della pandemia e le innumerevoli denunce di enti e istituzioni regionali e territoriali, ASL e presidi ospedalieri sulla carenza di tamponi e provette per il prelievo, trasporto e conservazione dei campioni destinati ai laboratori d’analisi.

Leggi tutto