Troppo buono per andare via

Il 44% dei rifiuti che produciamo consistono in alimenti, ciò significa che ogni anno vengono buttate nella spazzatura circa 1,6 bilioni di tonnellate di cibo. Ridurre questo spreco è l’obiettivo di Too Good To Go, che ci fornisce questi dati, riguardo il sistema alimentare globale, all’interno del suo sito nella sezione “Knowledge Hub”. Too Good To Go è un’applicazione per smartphone in funzione in Europa e negli USA alla quale i locali che vendono cibo, possono iscriversi.

 “Il funzionamento è semplice, ti iscrivi, metti i dati della tua carta di credito, controlli quali locali nelle tue vicinanze hanno aderito e prenoti una delle magic box disponibili” ci spiega Samuele da Torino, lui usa l’applicazione quando va al supermercato per comprare prodotti in scadenza pagandoli molto poco. Le magic box, così come le chiama l’applicazione, sono delle scatole che i locali, o i supermercati, preparano con cibo avanzato in giornata. “Qui l’app è molto usata dalle persone, già nella prima mattinata finiscono tutte le box prenotabili per il ritiro nel pomeriggio, l’aspetto principale di quest’applicazione è che si paga senza sapere cosa si acquista, dipende tutto da cosa il locale non ha venduto”.

Anche a Catania dei locali, ma non supermercati, hanno aderito, tra questi c’è il bar Verso. Roberto, il proprietario, ci racconta :“un anno fa ho deciso di iniziare questo percorso con Too good To Go e da allora tutte le sere viene qualcuno a ritirare la box”.

Chiunque in maniera spontanea può andare sul sito dell’app e registrare il proprio locale per farlo comparire sulla mappa. Roberto però ci spiega che “Ho avuto modo di interagire, a Milano, con alcuni componenti dello staff di Too Good to Go. Lì ho scoperto che periodicamente decidono di mandare i loro promoters in una città con lo scopo di aumentare i punti vendita aderenti alla loro app con degli incentivi. In questo modo arrivano a diverse decine in rapidissimo tempo. Nonostante circa un anno fa nella Sicilia orientale avevano già aderito spontaneamente una decina di esercenti, gli unici da Napoli in giù, mi è dispiaciuto vedere che quasi un mese dopo hanno deciso di investire su Palermo nonostante lì non ci fosse neanche un punto vendita spontaneo. Adesso ne hanno accesi un centinaio.” Quest’applicazione nonostante sia mossa da buoni propositi per la salvaguardia dell’ambiente ci ricorda Roberto che “è commercio, loro ovviamente prendono una percentuale sul ricavato delle magic box e io con la restante parte abbatto i costi che derivano da uno spreco di cibo. Tutto ciò non ha nulla a che vedere con la beneficenza come invece ad esempio fa Total Roller Catania.”

Total Roller Catania è un collettivo di ragazzi che organizza ogni venerdì sera la “Caccia agli avanzi”. La caccia consiste nel girare la città con pattini a rotelle e bici per raccogliere gli avanzi di locali come bar e panifici. I pattinatori poi provvedono a portare gli avanzi all’associazione SpendiamociBene che si occuperà di distribuire questo cibo. A seguito di una delle ultime uscite hanno scritto sulla loro pagina Facebook “Anche questo venerdì, grazie alla partecipazione e alla disponibilità dei fantastici commercianti catanesi, sono stati raccolti 190 KG di cibo invenduto destinato alla spazzatura”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Si informano i lettori che i commenti troppo lunghi potrebbero essere considerati SPAM e cestinati in automatico.
Vi preghiamo pertanto di essere concisi nei vostri commenti.