I soldi dei mafiosi a chi lavora!

PARTECIPA ONLINE IL 3 – 4 E 5 GENNAIO SU FACEBOOK E SU I SICILIANI

Basta col precariato, cominciamo la ricostruzione! Idee e azione per una nuova gestione dei beni ex-mafiosi.

Oltre cinque milioni di italiani vivono sotto la soglia di povertà assoluta, nove milioni e mezzo in povertà relativa e altri diciotto milioni a rischio di povertà (Istat 2017), Il Covid peggiora ulteriormente questa situazione e annuncia un 2021 catastrofico per la società e per l’economia.

Eppure, i soldi ci sono. Una percentuale notevole del Pil italiano è preso e immobilizzato dall’economia mafiosa. Una parte di questi capitali è sottoposta a confisca in base alla legge La Torre. Numerose aziende ex mafiose, anch’esse sequestrate, non riescono tuttavia a decollare. I beni immobili sequestrati sono abbandonati. E’ il paradosso italiano dell’antimafia a metà.
– ci sono le aziende ex-mafiose;

ci sono migliaia di case, fabbriche e terreni confiscati abbandonati;
– ci sono i capitali tolti ai mafiosi;
– ci sono i giovani che potrebbero gestire aziende, immobili e capitali;
– ma giovani, aziende e capitali non s’incontrano mai.

Dieci anni fa, grazie a don Ciotti, un movimento popolare impose l’applicazione – almeno formale – della legge La Torre. Ma la grande politica, che aveva altri pensieri, lasciò decadere questa occasione.
Adesso occorre un altro risveglio, un grande movimento che imponga non solo l’applicazione reale e concreta della legge La Torre, ma anche l’assegnazione dei capitali ex mafiosi a progetti che mettano al centro ricerca, occupazione e dignità del lavoro.

Una colossale startup nazionale che irrompa sulla crisi elettrizzandola, con l’obiettivo concreto di un grande New Deal basato sulla legalità e sul coraggio.

 

3 GENNAIO
Coi soldi dei mafiosi
ore 18:00
in diretta su I Siciliani giovani
Idee e azione per una nuova legge di gestione dei beni ex mafiosi.

Con Luigi Ciotti, Giovanni Abbagnato, Sebastiano Ardita, Claudio Fava, Nando dalla Chiesa, Salvo Lipari, Ugo Mattei, Leoluca Orlando, Pippo Teri. Daniela Freda, Mariangela Di Gangi.

 

4 GENNAIO
BENI CONFISCATI, BENI COMUNI
ore 18:00
in diretta su I Siciliani giovani
Le arance di Palagonia. L’avventura dei Siciliani giovani e dell’Arci fra boss, furbastri e Stato addormentato. Una piccola storia: l’allegria della libertà.

 

5 GENNAIO
ASSEMBLEA
ore 11:00
in diretta su I Siciliani giovani
Un anno dei Siciliani. Montante, Ciancio, le lotte, il giovane giornalismo, la continuità di un percorso. Pippo Fava, Scidà, D’Urso, ma anche le decine e decine di giovani compagne e compagni che si sono alternati lungo questa strada. Ricordo di Lillo Venezia.

Tutto in diretta su facebook e twich
www.isiciliani.it/live

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Si informano i lettori che i commenti troppo lunghi potrebbero essere considerati SPAM e cestinati in automatico.
Vi preghiamo pertanto di essere concisi nei vostri commenti.