Invece delle case, pezzi di tavola calda

I senza case si sono ritrovati venerdì sera davanti al liotru, con striscioni scritti da loro stessi, e tanti cartoni messi a terra come brandine immaginarie, su cui hanno passato la notte. “Enzo Bianco prima di farti votare dimostra quanto vali: rispetta le promesse” c’è scritto su uno, mentre sull’altro troneggia “Abbiamo rispettato le vostre condizioni, ora rispettate le nostre: dateci le case”.

Leggi tutto

Ti crolla la casa? Fatti tuoi!

“Nessuna proroga, non vogliono sentire ragioni. Anzi la Campione è stata aggressiva. Dovevamo darvi solo un ricovero per quindici giorni, anzi vi abbiamo dato assai ci ha detto. Non interessa niente a nessuno, come se a noi facesse piacere avere la casa crollata. Per la casa in via Crispi, il magistrato non dà la relazione che ha fatto l’ingegnere strutturista. L’avvocato ha chiamato e dice che gliela daranno la prossima settimana, non sappiamo niente, non sappiamo di quale morte morire”.

Leggi tutto

Fuori di casa

“È na picciridduzza di sei misi cchi si cucca fora, ‘nterra o Garibaldi, lei u sapi chi vol diri? Abbiamo bisogno di una casa, basta chiacchiere! Finemula!” dice uno dei padri di famiglia presenti. Stamattina, prima davanti al Palazzo degli Elefanti e dopo all’Assessorato ai servizi sociali, erano tante le famiglie e le persone esasperate nel non avere una casa. Tante mamme e papà con al seguito i loro piccoli, hanno avuto un colloquio prima con l’avvocato Spampinato, subito dopo con la dottoressa Campione, responsabile ai servizi sociali.

Leggi tutto

L’Ufficio Propaganda del Sindaco Bianco

Quando Enzo Bianco è stato eletto Sindaco ha decapitato l’Ufficio Stampa del Comune, affidandone la gestione a un suo privato dipendente, Giuseppe Lazzaro Danzuso. Assunto come consulente di Asec Trade, guadagna più del Presidente della società partecipata.

Leggi tutto

Catania come stai?- Ovva di n’occhiu e ciunca di n’ pedi!

L’assessore Girlando dribblava: “I sistemi contabili sono cambiati dal primo gennaio 2015: adesso gli enti locali devono spendere esattamente quello che incassano, e non in base alle previsioni. Naturalmente si soffrirà i primi anni ma questo è un passaggio importante”. Sì, ma si approverà o no il bilancio? Si sarà scordato qual era la domanda cui doveva rispondere?

Leggi tutto

Beni confiscati alla mafia a Catania

Il punto della situazione sullo stato dei beni confiscati a Catania: quelli assegnati e non assegnati, la modalità di assegnazione, il regolamento approvato nel giugno dello scorso anno ma non ancora operativo

Leggi tutto