Sul Pua, l’Avvocato Bianco faccia il Sindaco non il “Commissario di Pubblica Sicurezza” che interviene sostenendo la legalità a posteriori - I Siciliani Giovani

Sul Pua, l’Avvocato Bianco faccia il Sindaco non il “Commissario di Pubblica Sicurezza” che interviene sostenendo la legalità a posteriori

Interveniamo sul dibattito che si è aperto dopo l’esposto presentato dal Comitato No Pua e che ha visto l’intervento dell’Assessore competente, ma sopratutto l’Intervento del Sindaco di Catania.

Il nostro intervento, che si divide in due punti. Il Sindaco Bianco si prende, con la capacità che lo contraddistingue, la prima pagina del quotidiano “La Sicilia” (ricordiamo il direttore/editore del Giornale ha come minimo un conflitto d’interesse con il Pua) per sposare la questione della legalità a posteriori.

Vogliamo ricordare all’avvocato Bianco che la speculazione sui terreni del Pua è già avvenuta, che i passaggi che hanno portato una zona agricola, già preoasi del Simeto e sottoposta a vincoli d’inedificabilità, ad un’area che subirà una delle peggiori devastazioni ambientali che la storia della nostra città ricordi, sono frutto di atti amministrativi accaduti negli ultimi 15 anni, spesso con il sostegno o comunque nell’assoluto silenzio suo e della sua parte politica.

Per chiudere questo passaggio ricordiamo al Sindaco che proprio su queste vicende, un Giudice ha chiesto – nelle motivazioni contenute nella sentenza di condanna (in primo grado) dell’ex Presidente della Regione Raffaele Lombardo – alla Procura della Repubblica di Catania di valutare le eventuali ipotesi di reato, su questo verte l’esposto del Comitato No Pua, rappresentato dall’Avvocato Goffredo D’Antona. Chiarito il primo punto, passiamo al secondo. Bianco è il Sindaco di Catania ed ha un compito d’indirizzo politico.

Mesi fa, prima dell’ultimo passaggio in aula del Pua, il Comitato, le associazioni cofirmatarie del presente comunicato e altre 20 sigle, hanno chiesto un incontro al Sindaco per capire se volesse adottare scelte in continuità con le amministrazioni che lo hanno preceduto o rivedere le politiche scellerate di Scapagnini e Stancanelli.

Incontro che il Sindaco non ha neanche preso in considerazione. Avvocato Bianco, faccia il Sindaco e ci spieghi qual’é la sua idea di sviluppo, dai suoi atti (Pua, Porto, Parcheggi interrati) tutti in linea con il passato a noi sembra chiara, ma i cittadini ed i suoi elettori hanno il diritto di sapere se le cose dette prima delle elezioni erano solo campagna elettorale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.