Si apre oggi il processo a Rino Giacalone

Oggi l’amico e giornalista Rino Giacalone si trova in un’aula del Tribunale di Trapani, accusato di aver leso la reputazione di un mafioso.

Rosa Agate, moglie del boss di Mazara del Vallo, Mariano Agate, chiede che sia ripristinato l’onore del marito infangato a suo dire da un articolo di Rino scritto sul blog Malitalia dal titolo “Don Mariano Agate è arrivato al capolinea”.

L’onore di Agate, boss di primo piano nell’area del trapanese e non solo, condannato all’ergastolo per sette omicidi (tra cui quello del giudice Ciaccio Montalto e del giornalista Mauro Rostagno), coinvolto nella strage di Capaci e iscritto alla loggia massonica “Iside 2”

Rino nel suo articolo l’ha definito un “pezzo di merda”, che ricorda molto il “la mafia è una montagna di merda” di Peppino Impastato contro i boss nella sua Cinisi.

Adesso più che mai siamo vicini a Rino Giacalone, giornalista di razza a cui va tutta la nostra stima e solidarietà per il lavoro costante e giornaliero di una libera informazione contro la mafia. Una mafia che ci tiene al mantenimento di un (presunto) onore ma che non ha avuto scrupoli a macchiarsi del sangue delle sue vittime, quelle si meritevoli di memoria.

Forza Rino!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.