OLTRE IL VOSTRO STERCO, I NOSTRI FIORI - I Siciliani Giovani

OLTRE IL VOSTRO STERCO, I NOSTRI FIORI

giovedì 12 febbraio 2015

A proposito dell’effrazione al C.s.a. Officina Rebelde 

Inoltriamo il comunicato, uscito da un’assemblea di gestione del C.s.a. Officina Rebelde alla quale hanno portato il proprio intervento e la propria solidarietà la Palestra Lupo, I Siciliani Giovani ed il centro Gapa.

La notte del 9 Febbraio I Soliti Idioti sono entrati per effrazione all’interno del centro sociale autogestito Officina Rebelde, che svolge le proprie attività all’interno dello storico quartiere di San Berillo. Dopo aver forzato con un piede di porco il lucchetto della porta, questi soggetti si sono infiltrati nei locali. Hanno arraffato la cassa contenente, tra l’altro, i soldi messi in comune dagli sportelli cittadini contro gli sfratti e la precarietà, il videoproiettore utilizzato per il cineforum ed altri eventi collettivi, una chitarra e del tabacco.

Il fatto che due persone (dal sonno pesante) dormissero nel salone centrale, ha forse evitato che il bottino fosse più consistente. Certo, un misero bottino, date le scarse risorse economiche e materiali del luogo.

In concomitanza del furto, degli escrementi sono stati rilasciati in più punti nelle scale dell’edificio. Se non si può risolvere l’enigma di un eventuale volontà di sfregio verso l’Officina, quello che si può affermare é che tale effrazione é un atto di merda. Chiunque sia stato, con le proprie azioni, ha colpito Officina Rebelde con tutto quello che rappresenta e cioé quel frammento di società contemporanea che vive le lotte territoriali, che si batte ogni giorno contro la crisi, mettendo in campo numerose attività sociali in difesa delle persone più colpite dal sistema neoliberale. Noi non ci facciamo scoraggiare e rilanciamo oltre il danno concretamente subito ed il possibile significato di tale atto.

Da questa merda, parafrasando il poeta, sta già nascendo il fiore della solidarità. Officina Rebelde, con l’appoggio di altre realtà di lotta catanesi, chiama tutti quelli che nella nostra città hanno condiviso frammenti di lotte e di percorsi ad una giornata di solidarietà. Per poter risanare il danno materiale, ma anche per affermare che nei momenti di difficoltà la migliore risposta sta nella forza dell’autorganizzazione collettiva.

Invitiamo tutti e tutte a partecipare alla preparazione dell’evento. Portate le vostre capacità, la vostra energia, diffondete l’informazione.

Il prossimo appuntamento organizzativo è fissato a Piazza Lupo, presso la palestra autogestita, lunedi`alle 18:30

 

Lunga vita ai rebeldi ed ai loro spazi sociali

Merda alla guerra tra poveri, al fascismo ordinario o extraordinario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.