Nord & Sud - I Siciliani Giovani

Nord & Sud

NORD

mondo su

 

Cernobyl

SALA TURBINE KO PER LA NEVE

Il tetto della Sala Turbine della centrale di Cernobyl è crollato sotto il peso della neve. La sala turbine era stata danneg­giata dall’incidente dell’84 ed è par­zialmente coperta dal sarcofago di ce­mento armato usato per isolare le sco­rie. Stiamocene inquieti, un nuovo sar­cofago è in costruzione, per investimen­ti da un miliardo di euro, i lavori vanno a rilento.

 

Obama

COME STA L’UNIONE?

Obama, discorso sullo stato dell’Unio­ne. Avvertimenti di rito alla Corea del Nord e all’Iran; è stata confermata la ri­duzione del 50% dei militari presenti in Afganistan; l’intenzione di negoziare con la Russia una riduzione dell’arsena­le nucleare e l’intenzione di creare un’area di libero scambio con l’Europa. Ha accennato all’aumento dello stipen­dio minimo; a un programma per im­piegare i disoccupati sui cantieri di ri­parazione delle grandi infrastrutture; un miliardo di dollari è stato stanziato per rilanciare una rivoluzione verde, che dovrà contribuire alla riduzione della disoccupazione, anche se contempora­neamente si è detto intenzionato a con­cedere ulteriori permessi per lo sfrutta­mento dei giacimenti di energie fossili.
Momento commovente, le vittime delle armi da fuoco in America meritano un voto, una legge sulle delle armi private.
In sostanza dopo 4 anni di tira e molla con i repubblicani, Obama indica una via da percorrere per raggiungere degli obbiettivi moderati ma efficaci.
(I com­mentatori sono unanimi nel dire che tut­ta la faccenda è stata di una noia morta­le)

 

L’Europa

NON FALLISCE (PER ORA)

Dopo aver sfiorato il fallimento l’Euro­pa si è accordata su di una riduzione di budget senza precedenti fino al 2020. Una riduzione del 3% rispetto ai sette anni precedenti, mentre rispetto alle ipotesi fatte la riduzione è dell’8%. Monti ritiene di aver ottenuto aggiunti­vi 3,5 miliardi Euro, questa cosa an­drebbe verificata.

 

“Non paghiamo,

SIAMO INGLESI”

Il principale attore della riduzione di budget è stato David Cameron che con la decisione di indire in Inghilterra un referendum sull’Europa entro il 2017, ha tenuto in scacco tutta la negoziazio­ne, ottenendo di mantenere lo “sconto” di 4 miliardi €, ottenuto dalla Thatcher negli anni ’80.

 

&SUD

mondo giù

 

“Qualunque cosa

NE PENSI l’ITALIA”

L’annuncio del referendum sull’Europa di Cameron è avvenuto il giorno prima della sua partecipazione al Forum di Davos, dove ha affermato che si tratta di capire come rendere l’Europa più competitiva e flessibile. L’idea era quella di rilanciare l’Europa dopo aver salvato l’Euro con le riforme. Col sen­no di poi un doppio volo carpiato, sal­vataggio euro-riforme-taglio budget eu­ropeo: Qualunque Governo abbia l’Ita­lia.

 

Niente bombe

PER l’IRAN

Obama ha nominato Chuck Hagel al Pentagono, uno che ritiene non realisti­ca una guerra in Iran ed è contrario alle sanzioni, tutte cose di cui tuttavia l’Iran si preoccupa poco, il timore è piuttosto quello di una riedizione Iraniana di Piazza Tahir e sembra proprio questa l’intenzione di Obama dietro questa no­mina, provocare e sovvenzionare una rivoluzione inIran, senza intervenire di­rettamente.

 

Tunisia

”SE TI OPPONI TI SPARO”

Tunisia: Chokri Belaid, capo dell’oppo­sizione e destinatario di prediche incen­diarie da parte degli Imam più estremi­sti, è stato ucciso. Brillante avvocato per la difesa dei diritti umani, ha spesso duramente criticato il regime di Ben Ali, estremamente comunicativo, leader studentesco, dopo la rivoluzione tunisi­na diventa membro del comitato di alta istanza per la realizzazione degli ob­biettivi della rivoluzione. L’omicidio ha provocato la caduta del Governo Tuni­sino e manifestazioni in tutto il Paese.

 

A riéccolo!

ANCHE SARKOZY CI RIPROVA

Secondo Alain Juppè ex ministro degli esteri, Sarkozy avrebbe intenzione di ri­presentarsi alle elezioni del 2017.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.