Gli ecomostri di Cibali

Il 10 luglio 2017 la Giunta Municipale al gran completo ha dato unanimemente parere positivo alla proposta di variante presentata dal Consorzio. Il Masterplan della variante prevede la costruzione di quindici palazzi di massimo dodici piani, un centro congressi, un’area commerciale, un residence, una struttura alberghiera, uno studentato universitario privato e migliaia di metri quadri di asfalto destinati a parcheggi. La mattina del 12 luglio, un incendio, in pieno centro città, ha incenerito diciotto ettari di verde, una delle poche aree a verde in contesto urbano rimaste.

Punta Izzo, Augusta

Riattivazione del poligono di tiro

Notizia recente è che la Marina Militare sarebbe al lavoro per riattivare il poligono di tiro nella zona di Punta Izzo, all’insaputa dell’amministrazione comunale e della cittadinanza. La riapertura del poligono militare avrebbe, infatti, un pesante impatto ambientale – oltre che negativo sul piano socio-culturale -, in ragione dei valori naturalistici, etnografici, storici e archeologici caratterizzanti il promontorio che da Punta Izzo si estende fino a Capo Santa Croce.

Tra mare turchese e discarica

Lido dell’ Olivella, comune di Santa Flavia-Porticello, Palermo.

Impoverita dalle sue stesse rovine e da quelle delle strutture limitrofe che insistono sull’area marina completamente distrutte e oberate da ogni fattispecie di rifiuti, la peggior immagine che balza all’ occhio dell’ osservatore è l’inesistenza di ciò che dovrebbe essere la spiaggia.

Una risposta concreta ai “seminatori di paura”

Un gruppo di giovani richiedenti asilo del centro Mediterranean Hope-Casa di Scicli collaborano occasionalmente al progetto Non Scado come raccoglitori di arance contro lo spreco alimentare. È il loro modo di ringraziare per l’accoglienza ricevuta.

Riconversione Edipower al Css

Il dibattito in corso sul progetto di riconversione all’utilizzo del combustibile solido secondario, derivato dai rifiuti (CSS) della centrale elettrica Edipower/A2A di San Filippo del Mela, infiamma anche sulla stampa messinese sia cartacea che online