Mafia-Stato La trattativa continua ora

Trattative per evitare attentati, trattative per difendere il potere politico, trattative per instaurarne uno nuovo. Difficile, in tutti questi anni, distinguere fra chi – fra gli uomini dello Stato – trattò “a fin di bene” e chi per fini eversivi. Comunque le trattative ci furono – e questo ormai non lo nega più nessuno – e uno dei principali “ambasciatori” fu il boss dei boss messinese, Rosario Cattafi. Che adesso sta continuando a “trattare”, riempiendo cartelle su cartelle

A volte ritornano. E non bisogna dimenticare

Uscito nel 1985 dalla finestra di un frettoloso trasferimento dalla procura di Catania a quella di Messina, Aldo Grassi (questo il nome), rientra nella cronaca 27 anni dopo, ma dalla porta principale del Palazzo di piazza Cavour, Roma, dove ha sede la Corte di Cassazione