Un Mare Nostrum contro il terrorismo. Domani a Catania incontro con Giuliana Sgrena

L’incontro vuole essere un primo momento di confronto tra culture, per una comprensione diretta di fenomeni altrimenti complessi e poco conosciuti che nel racconto giornalistico di ogni giorno rischiano di intrappolare realtà diverse e variegate sotto etichette semplicistiche e pericolose. Xenofobia, intolleranza, razzismo ed esclusione sono i mostri generati dalla retorica di destra, che vede nella tragedia della migrazione di massa una possibile inviasione terroristica, e non la conseguenza dell’incertezza politica dei paesi arabi e delle politiche scellerate messe in campo dall’Occidente all’indomani delle Primavere Arabe.

 

L’evento rappresenta inoltre una prima tappa di un percorso comune che SeL Catania e Sinistra Lavoro Catania intraprendono verso la creazione di un soggetto nuovo della Sinistra, nel solco già tracciato dall’esperienza nazionale di Human Factor.

 

Introduce: Giuliana Buzzone (coordinamento provinciale SEL); modera: Mattia Gangi (giornalista, Sinistra/Lavoro Catania); intervengono: – Hassan Maamri (responsabile immigrazione ARCI Catania); – Lagdaf Souadou (ricercatrice Università di Catania ed docente di Storia dei paesi islamici presso il polo di Ragusa); – Imam Keith Abdelhafid (presidente della comunità islamica di Sicilia); – Giuliana Sgrena (giornalista) Il dibattito si terrà presso la libreria Prampolini, in via Vittorio Emanuele 333, Catania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.