Tra i 100.000 a Genova

foto di jjlicky

foto di jjlicky

 

A Genova il 17 marzo c’era anche chi della lotta alla mafia non ne sapeva molto. Un ragazzo di 25 anni che camminava sorridendo, lo sguardo vivo, a tratti disorientato: si perdeva a leggere gli striscioni, ma subito una bambina di 4 anni con una bandiera in mano rubava la sua attenzione. Camminava e sorrideva fra i centomila volti che formavano il corteo. A tratti guardava il mare, poi di nuovo, quella strada nuova, piena di passi così diversi da quelli fatti fino ad allora. Quando è arrivato davanti il palco, quei 900 nomi l’hanno zittito. Quasi non fosse all’altezza di tanto eroismo. Quando gli hanno detto, “allora sei dei nostri?” ha sorriso timidamente, abbassando la testa. L’ha rialzata pian piano, e già aveva meno paura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Si informano i lettori che i commenti troppo lunghi potrebbero essere considerati SPAM e cestinati in automatico.
Vi preghiamo pertanto di essere concisi nei vostri commenti.