L'ascesa della criminalità mafiosa russa: la lavanderia europea - I Siciliani Giovani

L’ascesa della criminalità mafiosa russa: la lavanderia europea

di Sarah Mazzenzana

Dispongono di liquidità, spostano capitali ingenti e si muovono abilmente nell’alta finanza. Si tratta delle mafie russe, cartelli criminali provenienti dalle ex Repubbliche Sovietiche, specchio della disomogeneità etnica di un territorio la cui superficie si estende su 17 milioni di chilometri quadrati. Una vera e propria piovra multietnica dotata di una struttura organizzativa estremamente flessibile, nelle cui fila convergono attori diversi: funzionari corrotti, imprenditori e criminali professionisti. Fenomeno criminale che si radica in madrepatria e prende forma muovendo i primi passi nell’economia ombra, a partire dall’era brezneviana, e che evolve in criminalità organizzata durante la delicata fase di transizione dai piani quinquennali all’economia di mercato. 

[vaiallarete indirizzolink=”http://www.stampoantimafioso.it/2014/08/05/criminalita-mafiosa-russa/”]

Stampo Antimafioso

Nato per volontà di studenti del corso di Sociologia della Criminalità Organizzata dell'Università Statale di Milano e grazie al fondamentale supporto del professore Nando dalla Chiesa, il sito www.stampoantimafioso.it offre ai propri lettori cronache giudiziarie, approfondimenti sul mondo dell'antimafia e ricostruzioni storiche sulle infiltrazioni malavitose al Nord, Milano e hinterland in primis.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.