La fine di Darko Šarić, re della cocaina balcanica - I Siciliani Giovani

La fine di Darko Šarić, re della cocaina balcanica

È trascorsa appena una settimana da quando il re della cocaina balcanica è stato arrestato. Darko Šarić, questo il suo nome, mercoledì 19 marzo, dopo un lungo periodo di latitanza, si è arreso spontaneamente alle autorità serbe che da lungo tempo inseguivano invano la sua identità. Era dal 2009, infatti, che il suo appellativo era ormai diventato famoso non solo in tutta la città di Belgrado ma anche nella Comunità internazionale. A segnare l’inizio del suo tramonto fu l’Operazione Balkanski ratnik(Guerrieri balcanici), scattata nell’ottobre dello stesso anno, durante la quale in uno yatch al largo dell’Uruguay vennero sequestrate più di due tonnellate di cocaina. Il compito di Šarić era quello di riuscire a contrabbandare grosse quantità di droga dal Sud America all’Europa.  In seguito all’operazione ricevette però un mandato di cattura dall’Interpol che bloccò tutti i suoi affari costringendolo alla clandestinità.[vaiallarete indirizzolink=”http://www.stampoantimafioso.it/2014/03/27/darko-saric/”]

Stampo Antimafioso

Nato per volontà di studenti del corso di Sociologia della Criminalità Organizzata dell'Università Statale di Milano e grazie al fondamentale supporto del professore Nando dalla Chiesa, il sito www.stampoantimafioso.it offre ai propri lettori cronache giudiziarie, approfondimenti sul mondo dell'antimafia e ricostruzioni storiche sulle infiltrazioni malavitose al Nord, Milano e hinterland in primis.

Un pensiero su “La fine di Darko Šarić, re della cocaina balcanica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.