Concorso giornalistico per le scuole “Giuseppe Fava”

 

News contro le mafie

“Apri la finestra sulla tua città e raccontaci dove vedi la mafia, l’illegalità e le ingiustizie”

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Direzione Generale per lo Studente, l’integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione e La Fondazione Giuseppe Fava, in collaborazione con l’Agenzia di stampa ANSA, nell’ambito del progetto di educazione alla legalità dal titolo “Ragazzi in cronaca contro le mafie”, indicono – per l’anno scolastico 2013/2014 – il CONCORSO GIORNALISTICO GIUSEPPE FAVA rivolto agli alunni della scuola secondaria di secondo grado.

Il concorso coincide con le celebrazioni del trentennale dell’assassinio di Fava, ucciso dalla mafia a Catania il 5 gennaio 1984, e intende contribuire a ricordare il giornalista che ha sacrificato la propria vita per la piena attuazione della libertà di espressione sancita dall’articolo 21 della Costituzione Italiana. Nella Sicilia degli anni 80, Fava creò un giornale chiamato “I Siciliani” che formò un gruppo di cronisti ventenni ai quali Fava diede una concreta opportunità di formazione professionale e civile. Per loro Fava fu un maestro e a loro diede un esempio che continua a essere un modello anche per i ragazzi che oggi vogliono praticare la professione del giornalista in piena libertà.

L’iniziativa, che si inserisce nell’ambito delle attività culturali che la Fondazione Giuseppe Fava promuove da anni per i giovani, punta – grazie al coinvolgimento delle scuole di tutta Italia – a favorire lo sviluppo di una cultura della legalità, del rispetto dei diritti umani, della lotta alle mafie, principi su cui si fonda una società civile e la formazione di cittadini consapevoli e attivi.

In questo quadro, il concorso intende sensibilizzare i ragazzi alla conoscenza e all’approfondimento dei temi legati alla legalità e alle norme, proprio partendo dalla descrizione della realtà territoriale.  Raccontare situazioni di illegalità, di ingiustizia nella propria città diventa un mezzo per favorire la collaborazione tra gli studenti, per diffondere  la consapevolezza delle realtà esistenti sul proprio territorio e per stimolare il senso civico e l’impegno quotidiano dei ragazzi nella lotta alle mafie e all’illegalità.

L’ANSA metterà inoltre a disposizione delle scuole che parteciperanno al Concorso la sezione del sito ANSA-LEGALITÀ. Sarà questa una piattaforma di confronto e dibattito tra gli studenti, che avranno l’opportunità di “dialogare” anche con giornalisti, esperti del settore e docenti.

Il progetto si inserisce in un piano di interventi complessivo che il MIUR promuove da anni per la formazione dei giovani alla legalità e all’educazione antimafia nelle scuole.

Regolamento

Art. 1

Finalità

Il concorso ha come obiettivo quello di stimolare gli studenti a riflettere, in maniera creativa attraverso la fotografia, gli articoli giornalisti e gli strumenti multimediali, su quali siano i comportamenti e le azioni da compiere, in collaborazione con i familiari, gli insegnanti, gli amici e le Istituzioni per creare un ambiente civile in cui tutti vedano rispettati i propri diritti, lottino per la legalità e contro le mafie.

Oggetto specifico del concorso è l’osservazione e il racconto di fenomeni o fatti – accaduti preferibilmente nella città dove i partecipanti vivono – legati alla presenza della criminalità organizzata o alle sue collusioni. Gli elaborati possono prendere spunto da cronache locali o da eventi di rilievo nazionale per poi inserirli in un contesto concreto, vicino a chi scrive o riprende video o scatta immagini.

L’ANSA metterà inoltre a disposizione la sezione del sito ANSA-LEGALITÀ per tutte le scuole che parteciperanno al Concorso. Sarà questa una piattaforma di confronto e dibattito tra gli studenti, che avranno l’opportunità di “dialogare” anche con giornalisti, esperti del settore e docenti.

Art. 2

Destinatari

Il concorso è rivolto agli studenti delle Istituzioni Scolastiche secondarie di secondo grado, statali e paritarie, che potranno partecipare con piena autonomia espressiva all’iniziativa. Gli studenti possono partecipare singolarmente, per gruppi o per classi.

Art. 3

Tipologia di elaborati ammessi al concorso

Gli studenti partecipanti potranno scegliere di partecipare a una delle seguenti tre categorie di concorso

Categoria testi giornalistici

– Testi giornalistici per la stampa o per il web per un massimo di 2.500 (duemilacinquecento) battute;

Categoria prodotti multimediali

– Inchieste radiofoniche o televisive della durata massima di 3 (tre) minuti; servizi giornalistici radiofonici o televisivi, della durata massima di 1 (un) minuto;

Categoria fotografie

– Fotografie (bianco nero o colore; in formato jpg compresso, max 1 mgb) corredate da una didascalia (di 20, venti, battute comprensive di un titoletto di due/tre parole) che spieghi la scelta e descriva giornalisticamente la foto.

Gli elaborati dovranno essere inviati su supporto digitale (CD; DVD; pen drive)

Art. 4

Presentazione degli elaborati

Gli elaborati dovranno essere raccolti dal Dirigente scolastico e inviati entro e non oltre il 15 aprile 2014 tramite posta al seguente indirizzo: Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione, Viale Trastevere 76/A, 00153 ROMA. Sulla busta dovrà essere riportata la dicitura: CONCORSO GIORNALISTICO PER LE SCUOLE “GIUSEPPE FAVA”

Ciascun elaborato dovrà essere accompagnato dalla “Scheda di presentazione elaborati” allegata al presente Regolamento, debitamente compilate in ogni sua parte (All.A).

Art. 5

Privacy e liberatoria

Le opere inviate non saranno restituite e resteranno a disposizione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, della Fondazione “Giuseppe Fava” e dell’ Agenzia di stampa ANSA che si riservano la possibilità di produrre materiale didattico/divulgativo con i contributi inviati, senza corrispondere alcuna remunerazione o compenso agli autori. Le opere potranno essere pubblicate sul sito dell’Agenzia di stampa ANSA, nonché utilizzate per la realizzazione di mostre e iniziative.

L’invio dell’opera per la partecipazione al concorso implica il possesso di tutti i diritti dell’opera stessa e solleva il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e la Fondazione “Giuseppe Fava” da tutte le responsabilità, costi e oneri di qualsiasi natura, che dovessero essere sostenuti a causa del contenuto dell’opera.

Gli elaborati prodotti dovranno pervenire corredati dal consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D. Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 (All.A).

Art. 6

Valutazione degli elaborati

Gli elaborati pervenuti saranno valutati da una Commissione nominata dal Direttore della Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione e composta da un rappresentante del personale scolastico, da rappresentanti del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, della Fondazione Fava, da professionisti del settore della stampa e delle comunicazioni e da esperti delle arti grafiche e figurative.

La Commissione selezionerà i lavori ritenuti di maggior interesse a livello nazionale per ciascuna categoria, tenendo conto, tra l’altro:

  • dell’efficacia e pertinenza nella rappresentazione del tema;
  • della creatività e originalità di espressione;
  • del superamento degli stereotipi;
  • dell’impegno, della fantasia e delle qualità formali;
  • della capacità di sintesi nell’esposizione.

Art. 7

Premiazione

I lavori selezionati dalla Commissione avranno la possibilità di essere pubblicati sul sito dell’Agenzia di stampa ANSA.

I primi classificati di ciascuna delle tre categorie avranno l’opportunità di svolgere una giornata di studio seminariale con direttori e cronisti di testate giornalistiche nazionali di carta stampata, web e tv che avrà luogo nella sede della Associazione “Stampa romana” di via della Torretta a Roma; i primi classificati avranno anche l’opportunità di svolgere una giornata di workshop nella redazione Ansa.it, in modo da verificare in concreto il modo in cui funziona una redazione telematica che si occupa di selezionare e diffondere sul web le notizie.

Il primo classificato della categoria fotografia avrà inoltre la possibilità di partecipare con la foto vincitrice alla mostra fotografica itinerante organizzata all’interno delle scuole italiane dalla Fondazione Giuseppe Fava in collaborazione con il Miur.

Tutti i vincitori saranno premiati nel corso di una cerimonia ufficiale che si terrà entro la fine dell’anno scolastico 2013 – 2014.

Art. 8

Accettazione del Regolamento

La partecipazione al concorso è considerata quale accettazione integrale del presente Regolamento.

 

Scarica il Bando e la Scheda di Presentazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Si informano i lettori che i commenti troppo lunghi potrebbero essere considerati SPAM e cestinati in automatico.
Vi preghiamo pertanto di essere concisi nei vostri commenti.