“Buon anno, Gapa”

Tre colpi di pistola contro la sede del centro.

A Capodanno, a San Cristoforo si spara per festeggiare. C’è un luogo che ogni anno subisce le conseguenze di questi festeggiamenti, l’ufficio postale di via Plebiscito. Alcuni colpi di pistola sono stati sparati contro la vetrata e la porta dell’ufficio postale. Per non lasciar le cose a metà alcuni giorni dopo, lo stesso ufficio è stato luogo di una rapina. Durante i festeggiamenti per il nuovo anno, qualcuno ha pensato bene di coinvolgere anche il Gapa, sede de I Cordai e centro di volontariato che da venticinque anni lavora con le bambine, i bambini e le famiglie del quartiere. Tre proiettili sono stati esplosi contro la sede del centro; uno ha rotto una finestra, gli altri due hanno bucato una porta di metallo. La sede, nell’occasione, non era aperta. I danni si riparano; la finestra e la porta si cambiano. Rimane il gesto, che lascia perplessi e incerti sulla sua natura e sul suo significato, ma al tempo stesso dimostra, con certezza, che tanto, ancora, va fatto. Sicuramente, sarebbe stata più gradita una cartolina d’auguri, ad ogni modo buon anno a tutti.

Scheda

San Cristoforo

Quartiere storico di Catania, vive tutte le difficoltà delle zone periferiche. È situato tra il Duomo, l’area portuale e la Playa.

Un tempo era sede di numerose attività produttive, quali mobilifici e botteghe artigiane. Oggi, di quelle attività produttive, rimane molto poco. Con la loro scomparsa, molti hanno perso il posto di lavoro, non riuscendo a trovare, altrove, una sistemazione lavorativa dignitosa.

L’assenza di lavoro ha determinato un terreno fertile per la criminalità organizzata che, oggi, riesce a reclutare manodopera con molta facilità. La vendita di sostanze stupefacenti non conosce sosta e numerose famiglie riescono a vivere con i relativi proventi.

Oggi, San Cristoforo è un quartiere povero, abbandonato al controllo della mafia da politica e istituzioni, che se ne ricordano solo in periodo elettorale. Numerose testimonianze confermano che partiti di ogni tipo, in periodo elettorale, promettono buoni benzina, sacchi della spesa o pagamento di bollette. Il quartiere è un sacco pieno di voti del quale dimenticarsi una volta conclusasi la campagna elettorale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.