Rewind/Forward – I Siciliani Giovani

Rewind/Forward

accadrà ieri/accadde domani

REWIND

Eco-miliardi:
E PERCHE’ NO?

Il 2 dicembre Legambiente presenta una manovra economica alternativa, che consentirebbe di recuperare 21,5 miliardi di euro nel rispetto dell’ambiente. Tra le misure proposte, una patrimoniale sulle auto di grande cilindrata, una tassa per le aziende che imbottigliano l’acqua minerale, la cancellazione di grandi opere come il ponte sullo Stretto di Messina e le nuove autostrade nella pianura padana, l’annullamento dei finanziamenti per le spese militari.

Quel treno
CHE VENIVA DAL SUD

Alle 20.15 dell’11 dicembre dalla Stazione Centrale di Milano parte per l’ultima volta il Trinacria, il treno 1927 diretto a Palermo. Lo accompagna la protesta di una parte degli 800 ex dipendenti della Wagon Lits, licenziati a causa della soppressione dei treni notturni.

Quarant’anni
PER FUKUSHIMA

Il 16 dicembre il primo ministro giapponese Noda annuncia che le temperature dei reattori 1, 2 e 3 della centrale di Fukushima hanno raggiunto una temperatura stabile inferiore a 100°. Si può quindi procedere allo smantellamento dei reattori, operazione che durerà circa 40 anni.

Le indagini
CHE NESSUNO VOLEVA

Il 20 dicembre viene interrogata dal pm di Palermo Francesco Del Bene Provvidenza Vitale, testimone chiave dell’omicidio di Peppino Impastato. La donna, che oggi ha 85 anni, nel 1978 faceva la casellante del passaggio a livello di Cinisi. Ma a quel tempo non fu possibile interrogarla perché i carabinieri dissero che era emigrata negli Stati Uniti. In realtà non si era mai mossa da Cinisi.

“Lavoratriciii!
TIE’!”

Il 28 dicembre il rapporto Istat su “La conciliazione tra lavoro e famiglia” mostra come in Italia la cura dei figli, soprattutto in tenerissima età, continua a essere un compito da donne: sono 702 mila le lavoratrici con figli minori di otto anni che hanno dovuto interrompere l’attività lavorativa per almeno un mese dopo la nascita del figlio più piccolo, cioè il 37,5% del totale delle madri occupate. L’assenza temporanea dal lavoro per accudire i figli riguarda, invece, solo una parte marginale di padri. E se le donne che utilizzano il congedo parentale sono il 50%, tra i padri la percentuale scende al 6,9%. Profonda la differenza tra il nord, dove le madri che lavorano sono il 68,8%, e il sud, dove la percentuale si ferma al 34,6%.


Arrivare
A FINE MESE

Il giorno dopo all’Istat è il turno di un’altra ricerca, riguardante il biennio 2009/10. Un italiano su quattro è a rischio di povertà o di esclusione sociale, e il pericolo aumenta soprattutto per i giovani tra i 18 e i 24 anni. Il 16% delle famiglie dichiara di arrivare con molta difficoltà alla fine del mese, l’8,9% si è trovato in arretrato con il pagamento delle bollette, l’11,2% con l’affitto o il mutuo, l’11,5% non ha potuto riscaldare adeguatamente la propria casa. Dai dati emerge inoltre che il 12,9% delle famiglie abitanti meridionali è in una situazione di grave difficoltà economica, valore più che doppio rispetto al centro (5,6%) e più che triplo rispetto al nord (3,7%).

Crisi?
NON PER PAPERONE

Il 31 dicembre Wolfgang Dürheimer, presidente della Bentley, annuncia che la casa automobilistica ha chiuso l’anno con una crescita globale pari al 37%, con un totale di 7.003 vetture consegnate. Gli Usa si confermano il primo mercato, con 2.021 auto vendute, seguiti dalla Cina, al secondo posto con 1.839. In Italia il costo del modello base, la Continental 2 porte, è di 193.600 euro.

 

FORWARD

Chi paga
LE CAMPAGNE ELETTOTALI

Il 20 gennaio il movimento Occupy Wall Street lancia in tutte le città statunitensi l’iniziativa “Occupy The Courts Nationwide”. Lo scopo è ricordare la discussa sentenza del 2010 con cui la Corte Suprema ha tolto i vincoli ai finanziamenti elettorali da parte delle grandi compagnie.
http://occupywallst.org/

Ma in Libia
E’ SUCCESSO QUALCOSA?

Il 21 gennaio manifestazione a Torino (partenza alle 15 di fronte a Porta Nuova) per i diritti dei rifugiati provenienti dalla Libia. Dalla scorsa primavera, infatti, oltre 22mila persone in fuga dalla guerra aspettano che sia valutata la loro richiesta d’asilo. In molti rischiano di vederla respinta perché, pur trovandosi in Libia, provenivano da paesi non considerati instabili e quindi non inseriti nelle liste di protezione internazionale.

Le arance
DELLA LIBERTÀ

Il 21 e il 22 gennaio le arance etiche di `Ingaggiami` saranno in piazza a Cosenza, Roma, Firenze, Pescara, Perugia, Milano. Due anni dopo la rivolta di Rosarno, la crisi dell`agricoltura peggiora e le condizioni dei braccianti non accennano a cambiare. La campagna “Ingaggiami contro il lavoro nero – riprendiamoci i campi per coltivare sviluppo e integrazione”, promuove, di intesa con i gruppi di acquisto solidale, le produzioni biologiche e l’impiego di manodopera immigrata regolarmente assunta. Tutto ciò grazie all’applicazione di un prezzo equo, che per le arance è di  0,80 € al kg, incluse IVA e spedizione. L’ordine minimo è di 90 cassette da 10 kg. Recapiti per gli ordini: ingaggiami.rosarno@gmail.com, Arturo 380 3865967.
http://www.terrelibere.org/due-giorni-per-sostenere-l-agrumicultura-etica-della-piana-di-gioia-tauro

“Siamo tutti egiziani.
ANCHE A ROMA”

Il 25 gennaio, nel I anniversario della rivoluzione egiziana, dalle 17.00 sit-in a Roma, (piazz.le Ostiense, metro B Piramide), per esprimere solidarietà ai manifestanti egiziani che, dopo aver cacciato Mubarak, vogliono liberarsi anche del regime militare. Gli organizzatori denunciano anche la connivenza delle potenze occidentali e i respingimenti dei profughi in fuga dalla guerra.
Con la partecipazione di Deeb, rapper egiziano che con il suo hip hop ha accompagnato i giorni della rivolta.
http://freepalestine.noblogs.org/post/2012/01/18/25-gennaio-a-roma-un-anno-di-rivolta-la-lotta-della-popolazione-egiziana-continua/

Un premio
PER GIOVANI SENZA PAURA

Il 30 gennaio si chiudono i termini per partecipare al Premio reportage del mensile Napoli Monitor. Il concorso è per due diverse forme di reportage: scritto e fotografico.La premiazione avverrà a Napoli nell’ambito di una settimana di incontri, proiezioni e dibattiti sul tema “Chi racconta la città”, che si svolgerà al Teatro Nuovo dal 15 al 19 febbraio del 2012.
http://www.napolimonitor.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.