Le visite nel bene confiscato alla mafia si faranno online. Per le scuole e i cittadini di tutta Italia

Coronavirus, la nostra lotta alla mafia va online. Il Giardino di Scidà apre alle visite sul web per scuole e cittadini di tutta Italia.

Il Giardino di Scidà è un bene confiscato alla mafia affidato dal Comune di Catania a I Siciliani Giovani, ARCI e Fondazione Fava, dedicato alla memoria del giudice Giambattista Scidà. Uno spazio sottratto al boss mafioso Nitto Santapaola e utilizzato per attività di antimafia sociale, percorsi formativi sulla legalità democratica e per proseguire il lavoro giornalistico di Giuseppe Fava, fondatore de I Siciliani, ammazzato dalla mafia il 5 gennaio 1984.

In questi giorni avremmo dovuto incontrare al giardino tante ragazze e tanti ragazzi provenienti da tutta Italia, avremmo dovuto parlare della confisca dei beni dei mafiosi, del libero giornalismo, dell’attuale potere mafioso, delle esperienze di Fava e Scidà.

Le giuste misure di prevenzione legate all’epidemia di Covid-19 hanno sospeso le visite scolastiche e hanno portato all’interruzione delle attività aperte al pubblico, frenando il nostro lavoro.

Abbiamo però deciso di non fermarci del tutto. Il Decreto del Presidente del Consiglio dello scorso 4 marzo raccomanda alle associazioni culturali di offrire attività alternative a quelle interdette. Abbiamo intenzione di assolvere fino in fondo questo compito.

Abbiamo pensato a trasformare le visite guidate in visite virtuali da proporre a tutte le scuole e a tutti I cittadini che vorranno seguirle. Ciò che era materiale diventerà virtuale, lo trasmetteremo sulla piattaforma streaming twitch.tv per permettere a tutti i ragazzi, a tutti gli studenti e a tutti i cittadini, da ogni parte d’Italia, di venire a far visita al Giardino di Scidà. Le norme sulla confisca e la gestione dei beni che erano dei mafiosi le spiegheremo in video, interagendo con chi assisterà alla trasmissione online. Allo stesso modo racconteremo di Pippo Fava, di Titta Scidà e di cosa ha significato combattere la mafia a Catania. In diretta streaming, rispondendo in tempo reale alle domande che verranno poste, parleremo del potere mafioso oggi, dei colletti bianchi, dei quartieri abbandonati dove si annida la mafia, dei grandi e ricchi palazzi dove la mafia porta i soldi e fa affari. Quei bellissimi momenti nei quali ci incontravamo per raccontare la nostra esperienza ne I Siciliani, li trasferiremo sul web, con la stessa passione, provando a sentirci lo stesso vicini, tentando di far provare la stessa emozione di parlare di lotta alla mafia proprio in un luogo sottratto alla mafia.

Inizieremo lunedì 9 marzo, alle ore 10,30. Basterà collegarsi al link ( https://www.twitch.tv/isicilianigiovani ) che troverete su www.isiciliani.it e sulle nostre pagine social e poi continueremo due volte a settimana, ogni settimana, il martedì e il giovedì, sempre alle 10,30. Chiunque voglia maggiori informazioni può contattarci all’indirizzo email redazione@isiciliani.org oppure al numero di telefono 3451027076.

Vi chiediamo di sostenerci, di seguirci, di contribuire come vorrete e di spargere la voce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Si informano i lettori che i commenti troppo lunghi potrebbero essere considerati SPAM e cestinati in automatico.
Vi preghiamo pertanto di essere concisi nei vostri commenti.