La poesia per continuare a lottare

“Ho incontrato molti ciechi sulla mia strada, ciechi nel cuore, nell’anima, ciechi ai sentimenti e bisogni degli altri. Faccio pace col mio occhio quasi cieco che è riuscito ad aprirmi innumerevoli altre porte. Tutto ciò che non ho visto con gli occhi l’ho accarezzato con le mani, l’ho respirato e annusato, ne ho sentito il calore e il freddo. Tutto ciò che non ho visto con gli occhi è tutto ciò che ho imparato. Mi è sembrato l’essenziale.”

Così scrive Grazia nell’introduzione della sua raccolta di poesie “Tutto ciò che non ho visto con gli occhi”. Grazia, ex-educatrice dell’ODA (Opera diocesana assistenza) di Catania, è stata licenziata dalla fondazione nell’estate del 2018 dopo aver rilasciato un’intervista in cui denunciava l’ennesimo ritardo negli stipendi. Oggi riparte dalla poesia, raccogliendo tutto ciò che in questi anni ha scritto e che ha deciso adesso di rendere pubblico.

“È un libro di poesie che ho tirato fuori dal cassetto quando sono stata licenziata. È stato il mio modo di reagire senza lasciarmi sopraffare dall’ingiustizia, dalla rabbia, dall’impotenza.”

La presentazione si terrà Sabato 23 marzo a Catania, presso l’Ostello degli Elefanti, ore 18.00.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Si informano i lettori che i commenti troppo lunghi potrebbero essere considerati SPAM e cestinati in automatico.
Vi preghiamo pertanto di essere concisi nei vostri commenti.