In attesa del miracolo, l’ordinaria illegalità

Ed ecco che arriva la madre di tutte le feste: Sant’Agata. Quattro giorni che tra folclore, religiosità e paganesimo faranno dimenticare le malefatte di Bianco. Alte uniformi, vescovo e il sindaco in carrozza, candelore sotto il controllo delle forze dell’ordine, ordinanze per portatori dei ceri e per le bancarelle abusive. Ordinanze regolarmente disattese sotto gli occhi del sindaco, dell’irremovibile cavaliere e maestro della festa commendatore Maina e del Comitato per la legalità nella festa di Sant’Agata. Ma che importa!

Never mind the bollocks

Sarebbe auspicabile che oltre al “dressing code” (vedi: LODEN) e alla terminologia “trendy” (vedi: CHOOSY), una volta tanto la classe dirigente italiana s’impegni a scimmiottare dal “british-style” anche qualcosa di socialmente utile.