Una minoranza su cui contare

“Esigua, ma capace di esprimere i Mauro De Mauro, i Mario Francese, i Peppino Impastato, i Giuseppe Fava…”

La redazione dei Siciliani

Ancora una volta la mafia ha colpito un uomo che lottava per il bene di tutti.

Noi non sappiamo ancora quali specifici settori di essa e quali specifici interessi si siano sentiti più direttamente minacciati dal la­voro che Giuseppe Fava portava avanti alla testa di questo giornale. Sappia­mo però quali argomenti non sono mai mancati dalle pagine de “I Siciliani”: la crescente e trop­po a lungo sottovalutata potenza delle fami­glie mafiose catanesi; il flusso di den­aro pubblico dalle casse delle istituzioni sicilia­ne a quelle dei soggetti equivoci o addirit­tura mafiosi; il pericolo, non solo di guerra ma anche di rafforza­mento della presenza mafiosa, portato dall’introduzione delle basi nucleari; la ne­cessità, segnalata a suo tem­po dal gene­rale Dalla Chiesa, di far luce sulle fortune dei principali imprend­itori ca­tanesi; le connes­sioni, ormai ben più che occasiona­li, fra mafia e politica.

Su tutti questi argomenti, a nostro avvi­so, non mancheranno d’investigare i re­sponsabili delle indagini su questo delitto; quanto a noi, continueremo a porli al cen­tro del no­stro lavoro, che proseguirà rego­larmente.

Ringraziamo tutti coloro che hanno vo­luto esprimere la loro solidarietà in questo mo­mento; e soprattutto coloro la cui soli­darietà vorrà tradursi, nel tempo a venire, in concreta mobilitazione e lotta contro la ma­fia. La Sicilia non attenderà il duemila per abbattere la mafia. La Sicilia dei lavo­ratori, dei giovani, delle donne, delle per­sone one­ste combatte già da ora la sua bat­taglia. Il nostro direttore non ha avuto pau­ra di es­serne la voce, di raccogliere e dare espres­sione a ciò che ogni siciliano sa e troppo spesso non può dire.

E’ una ben esigua minoranza, nel mon­do del giornalismo siciliano, quella che real­mente e senza compromessi tiene testa alla mafia: esigua, ma capace tuttavia di espri­menre i Mauro De Mauro, i Mario France­se, i Peppino Impastato, i Giuseppe Fava. Su questa minoranza il popolo sici­liano po­trà sempre contare, in qualunque circo­stanza e a qualunque prezzo.

I redattori de “I Siciliani”

I Siciliani, gennaio 1984

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Si informano i lettori che i commenti troppo lunghi potrebbero essere considerati SPAM e cestinati in automatico.
Vi preghiamo pertanto di essere concisi nei vostri commenti.