Ennesimo atto intimidatorio a Pino Maniaci

QUESTA VOLTA A FARNE LE SPESE SONO STATI I DUE CANI STORICI DI TELEJATO BILLY E CHERIE

 

La crudeltà umana non ha limiti. Lo storia di Telejato é costellata di atti intimidatori, ma mai come questa volta così codardi e ignobili. I poveri animali sono stati brutalmente uccisi, presumibilmente malmenati o avvelenati e successivamente appesi alla recinsione del loro ricovero in contrada Timpanella. Il ritrovamento é appena avvenuto al termine della consueta edizione del telegiornale. Sul caso indagano i carabinieri della locale compagnia di Partinico presenti al ritrovamento perché impegnati nell’abituale servizio di custodia di Pino Maniaci. Come sempre non ci sono parole per descrivere la cattiveria delle persone. Anche questa volta vi posso dire per certo che Telejato non si ferma e che i responsabili risponderanno per le loro azioni se non alla giustizia alla divina provvidenza.

 

POCHI GIORNI FA È STATA DATA ALLE FIAMME LA VECCHIA AUTO DI PINO MANIACI

salvatore.ognibene

Nato a Livorno e cresciuto a Menfi, in Sicilia. Ho studiato Giurisprudenza a Bologna e scritto "L'eucaristia mafiosa - La voce dei preti" (ed. Navarra Editore).

Un pensiero su “Ennesimo atto intimidatorio a Pino Maniaci

  • 04/12/2014 in 22:38
    Permalink

    Viva solidarietà a Pino Maniaci colpito ancora da violento atto infame. Giornalista libero e tenace, in questa contorta Sicilia, che merita il rispetto civile di tutti i cittadini democratici.
    Ricordo sempre, quando, in occasione di un convegno organizzato a Catania da un’Associazione partigiana, per rispettare l’impegno preso, venne da Roma, per poi in serata ritornare nella capitale…per non mancare all’altro impegno.
    Tutto a spese sue.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.