Con i voti di Pippo Nicotra, condannato per mafia

Con i voti di Raffaele Pippo Nicotra, politico di Acicatena, provincia di Catania, condannato per concorso esterno in associazione mafiosa, avete vinto le elezioni.

Con i suoi voti, accaparrati uno ad uno grazie a una fittissima rete di contatti, di amicizie, di “ci penso io”, di “ora parliamo con Pippo”, di “non ti preoccupare, guarda che Pippo sa come fare”, siete diventati parlamentari nazionali, deputati regionali, assessori, presidenti di Regione, Ministri, capi del Governo.

Con i voti di Pippo Nicotra avete influenzato la nomina di dirigenti pubblici, primari degli ospedali, avete condizionato le scelte di alti funzionari di Stato, avete smosso Prefetti, rimosso Questori.

Con quei voti avete fatto eleggere Sindaci, concesso appalti, deciso i capi dei partiti.

Con i voti di Pippo Nicotra avete costruito e fortificato le vostre carriere politiche, racimolato i vostri stipendi pubblici, avete comprato le vostre macchine e forse pure le vostre case.

Per questo gli camminavate accanto, presenziavate insieme ai congressi, lo contattavate in caso di bisogno, lo difendevate quando qualcuno si permetteva di dibattere sulla sua moralità e i suoi legami coi clan mafiosi.

Da solo però ha affrontato la condanna per mafia. Ieri sera vi siete premurati di mandare un messaggino, rigorosamente privato: nemmeno una parola in pubblico. Un bacio di Giuda. Un addio che darà pace alle vostre coscienze e che permetterà, in caso di futura riabilitazione, di tornare a chiedere i suoi voti. Un addio che vi permetterà già domani di prendere le distanze e di far finta di non averlo mai conosciuto fino in fondo.

Ma noi lo sappiamo quanto siete anche voi colpevoli, lo abbiamo sempre saputo. Colpevoli e adesso pure vigliacchi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.