Maledetta casa

“Ci sarà un’escalation dei casi di violenza. Lo sappiamo già, ne siamo sicure al cento per cento”. La descrizione è lucida ma preoccupata. “L’isolamento delle donne è caratteristico nelle dinamiche di violenza, ora l’isolamento è obbligatorio. Prima esistevano momenti di pace, di libertà, legati al lavoro della persona maltrattante e violenta, all’uscita di casa, alle uscite per la spesa. Adesso il restare a casa obbliga a condividere sempre lo spazio con l’aggressore”. “C’è un calo enorme delle telefonate ai centri antiviolenza, monitorato nazionalmente. Perché non c’è più nemmeno l’occasione per chiedere aiuto”.

Thamaia rischia di chiudere

I ritardi nei pagamenti del Comune di Catania rischiano di chiudere il Centro Antiviolenza Thamaia. Questa volta la violenza è istituzionale. La nota del Centro Antiviolenza Thamaia a cui va la solidarietà e la sorellanza di tutta la redazione de I Siciliani.