La tarantella di affitti e sfratti

All’inizio dei semestri accademici il centro storico di Napoli si popola di volantini e foglietti con appartamenti e posti letto in affitto. Pare un trasloco collettivo, coi fuorisede che trascinano valige e scatoloni nei portoni dei vecchi palazzi.

Il nostro quartiere

Al riscatto di San Cristoforo noi ci crediamo. Non crediamo affatto sia già avvenuto. Alle mamme di San Cristoforo noi continuiamo a crederci: a quelle che stringono i denti, e cercano di fare da scudo ai loro ragazzi, per strapparli ogni giorno dalle grinfie della strada. Nonostante la povertà, il degrado.

Il comune promette ma intanto continua gli sgomberi

Catania. Stamattina alle sette l’edificio in via De Felice, 48 è stato raggiunto da un furgone della polizia. I poliziotti hanno fatto irruzione portando via i tre occupanti che, in mancanza di una casa, vi risiedevano.

Emergenza abitativa: soluzioni astratte a problemi concreti

Stamattina, l’uno accanto all’altro, presidiano il palazzo del comune: “Niente elemosina, vogliamo le case” recita il loro striscione. Non sono molti, non sono tutti. Come mai? La signora Rosa dice che alcuni hanno preferito ultimare il trasloco in via Furnari “perché se non si fa entro oggi, da domani sarà a spese nostre”. La gente intorno alla piazza osserva annoiata, non si mischia a chi è nel bisogno, non chiede cosa sta succedendo