Allosanfan… #iostoconriccardoorioles

Riccardo Orioles in questi tre decenni, dopo la morte di Pippo Fava ha sempre fatto sì che il lavoro fatto dalla redazione I Siciliani non sia andato perso nella sua fisionomia collettiva. E nella memoria dei lettori.

Per più di trenta anni mai si è tirato indietro e sempre ha diligentemente coordinato il lavoro di tante giornaliste e giornalisti, di tante compagne e compagni.

Ha portato sulle sue spalle non soltanto il carico ufficiale da generale, ma anche quello ufficioso di mozzo della nave, sempre pronto ad andar incontro ad ognuno di noi, e sempre attento a farci sperimentare in diverse circostanze come gruppo coeso nella lotta sperimentata contro la mafia a Catania, da Catania a tutto il paese.

Sempre pronto a spiegare, sempre pronto a scegliere, sempre pronto alla polemica dura, sempre e ostinatamente contro ogni logica di sistema. Con lui abbiamo avuto la possibilità di essere parte dei Siciliani di Pippo Fava.

Riccardo ieri mattina è stato radiato dall’ordine dei giornalisti. Una radiazione che sembra bloccata a tempo determinato per qualche tempo, fin quando non abbia pagato la morosità, ovvero la quota associativa. Ma questo fatto , questa possibilità è la peggiore specifica di come il giornalismo italiano lo abbia messo da parte e non lo abbia onorato di ogni suo sacrificio.

Riccardo Orioles non è soltanto un giornalista dalla schiena dritta, ma è testimone di come si possa vivere, anche senza soldi e onori di un’ etica: A che serve vivere se non c’è il coraggio di lottare.‪#‎iostoconriccardoorioles‬

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.