Il palazzo del Gattopardo

Ciancio non si è mosso.

Non è a Palma di Montechiaro, nemmeno a Palermo. Il palazzo del Gattopardo è a Catania, in viale Odorico da Pordenone al numero 50: la sede de La Sicilia e delle tante società del gruppo Ciancio.

Non più proprietaria delle società dopo il decreto di sequestro e confisca per mafia, la famiglia Ciancio rimane nell’immobile dove una delle figlie ha addirittura la residenza. Così Mario Ciancio continua ad avere possesso e a frequentare i grandi saloni del secondo piano, gli stessi dove andavano in pellegrinaggio politici, ministri, presidenti, sindaci e boss mafiosi. Proprio accanto alla redazione del giornale confiscato. Domenico Ciancio, che continua a lavorare a La Sicilia, sta nei suoi uffici al terzo piano, come la figlia che avendo la residenza lì, probabilmente al palazzo ci dorme pure.

Come quando il Principe divenne Senatore adesso il Padrone diventa inquilino. Nulla cambia nonostante le sentenze, nonostante il coraggio del Procuratore, nonostante le accuse per mafia. Catania come Donnafugata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Si informano i lettori che i commenti troppo lunghi potrebbero essere considerati SPAM e cestinati in automatico.
Vi preghiamo pertanto di essere concisi nei vostri commenti.