Verso l’Expo, allegramente

Nando dalla Chiesa

Milano va allegra verso l’Expo. Pre­occupata solo di non finire i padiglioni e le altre strutture in tempo. Finire, sbancare, tirar su, costruire. Così per arrivare al traguardo ha messo nel con­to che si possa chiudere un occhio sul­la legalità. Sono stati annunciati proto­colli invulnerabili, si sono celebrate strette di mano a quattro in nome di un evento mafia-free, si sono accumulate le dichiarazioni ufficiali per rassicurare l’opinione pubblica.

La storia, il segno

Nando dalla Chiesa

Ormai mancano poche settimane. Chi ha a cuore la lotta alla mafia e la libertà di informazione si appresta a ri­cordare Pippo Fava a trent’anni dal suo assassi­nio.

Chi ha aiutato la mafia al Nord

Nando dalla Chiesa

E alla fine a Buccinasco, la celebre Platì del nord, sono arrivati gli avvisi di garanzia. Per sindaco e vicesindaco, per quel che si sa. Entrambi di centro­sinistra. Anche se loro si sono affannati a giurare che non di avvisi di garanzia si trattasse ma di avvisi di prosegui­mento delle indagini! Un atto dovuto, hanno aggiunto.

I giudici e l’antimafia al nord

Nando dalla Chiesa

Ci mancava pure la magistratura. Sì, c’è qualcosa che non convince nel modo in cui un pezzo importante della magistratura del nord sta affrontando il tema della mafia. Il fenomeno riguarda la Lombardia come il Piemonte come la Liguria. Forse anche l’Emilia.