Tre giorni di dignità

TreGiorniDiDignita_w1

VENITE IN PIAZZA CON NOI, il 28, 29 e 30, alle sei della sera a piazza Duomo.
Associazioni, studenti, lavoratori, disoccupati, precari, padri e madri di famiglia, cittadini.
Insieme potremo salvarci, se non avremo paura. Insieme coi “Siciliani”, una volta ancora, per denunciare i potenti, per dare orgoglio alla città.

Gli articoli del mensile I Siciliani

dalla Rete:

Ad Augusta ci sarà mai un’accoglienza degna per i migranti?

porto di Augusta, foto di Daniela Calcaterra

Alcuni adolescenti raccontano di essere riusciti a scappare dopo diversi giorni passati da detenuti nella tendopoli, soffrendo il caldo torrido e presidiati dagli agenti di polizia, senza mediazione culturale e senza ricevere alcuna informazione sull’accesso al diritto d’asilo e alla protezione umanitaria. Altri, invece, dicono di essere stati forzati al rilascio delle impronte digitali a colpi di manganello elettrificato; altri ancora, dopo l’identificazione, di essere stati semplicemente abbandonati sulla strada, e di averla percorsa a piedi – quaranta chilometri di asfalto – per raggiungere la città etnea.  

Sic transit gloria cunti (sul piano di rientro e dintorni)

logo-cittàinsieme

Quanti debiti abbiamo? Come vengono spesi i nostri soldi? Siamo sull’orlo del dissesto? Come andrà a finire l’anno prossimo? Il dissesto finanziario, data la situazione, sarebbe una scelta positiva oppure negativa? E’ ai catanesi che rivolgiamo il nostro Appello a partecipare alle sedute del Consiglio Comunale di mercoledì 28, giovedì 29 e venerdì 30 settembre: non soltanto votare ogni 5 anni, ma anche seguire, attivamente, le discussioni e le decisioni assunte da chi ci rappresenta.

La leggerezza di chi amministra

Assemblea_cittadina_sul_piano_di_rientro_-_03

“Prego, prego, accomodatevi!” i vigili urbani, davanti all’ingresso del palazzo degli elefanti, hanno accolto così i cittadini che hanno partecipato giovedì al consiglio comunale speciale sul piano di rientro. Non sembravano neanche gli stessi che qualche mese prima hanno impedito l’accesso allo stesso palazzo o quelli che guardavano compiaciuti i poliziotti perquisire gli stessi cittadini che volevano assistere al consiglio comunale di tempo fa indetto ad hoc per chiacchierare sui senza case.

Ma l’elettrodotto Sorgente-Rizziconi fa risparmiare o no?

fonte Comitato mamme per la vita di Saponara (Me)

Sono passati tre mesi dall’inaugurazione renziana dell’elettrodotto tra Sicilia a Calabria, ma i prezzi del MWh dell’isola continuano a rimanere molto più alti rispetto a quelli nazionali. Il 28 maggio scorso Renzi avviò a Favazzina, in Calabria, il contestatissimo elettrodotto Terna Sorgente-Rizziconi. Un’opera da settecento milioni di euro, che avrebbe dovuto far recuperare quanto speso molto velocemente.

LAMPEDUSAINcontro

cornice-sul-mare-di-lampedusa-foto-Stefania-DiFilippo

LAMPEDUSAINcontro si svolgerà nell’isola dal 30 settembre al 3 ottobre presso PortoM.

Le sere dal 30 settembre al 3 ottobre verranno affrontate una serie di tematiche relative al territorio e alla comunità di Lampedusa.

Il primo martire di mafia

MartireDiMafia_cover

L’eredità di Padre Pino Puglisi

E’ un libro scritto a quattro mani da Salvo Ognibene, già autore del saggio “L’eucaristia mafiosa – La voce dei preti”, e Rosaria Cascio, che con il beato palermitano ha instaurato un rapporto di amicizia terminato solo con l’assassinio del sacerdote.

Sanità abruzzese, uscita dal commissariamento

Mauro_Biani-sanita-tagli

Scusate ma non si riesce a festeggiare…

Si dovrebbe festeggiare dopo aver visto chiudere sempre più ospedali, guardie mediche e postazioni del 118? Dovrebbero festeggiare le vittime di “incidenti nella sanità”, dovuti anche a sempre meno fondi a disposizione? Dovrebbero festeggiare i disabili che vedono i LEA (Livelli Essenziali di Assistenza) sempre più lontani? Dovrebbero festeggiare i familiari dei malati gravi in ADI (Assistenza Domiciliare Integrata), che per ogni farmaco sono costretti a sobbarcarsi ore e ore di viaggi?

L’eco del NO al MUOS arriva anche dalle Hawaii

Attiviste-Hawaiane-no_muos

Previsto per il 2 ottobre un altro presidio a Niscemi

In via Finocchiaro Aprile, sul portone del Cobas scuola, campeggia la locandina: Muos. La partita è ancora aperta. La resistenza continua. Continuerà domenica 2 ottobre a Niscemi, dove in contrada Ulmo alle ore 15.00 ci sarà un altro presidio NO MUOS.

Luogo della memoria dimenticato

icre-03-crop

Bagheria è una città piena di arte e di cultura ma tristemente famosa per la sua forte componente mafiosa che ha impoverito e distrutto il tessuto sociale. Nella zona periferica a nord della città, vicino lo svincolo autostradale, sorgono gli ex magazzini dell’industria del ferro (ICRE) appartenenti ad uno dei capo mafia bagheresi N.G. che durante gli anni di piena attività di cosa nostra servivano da quartier generale e purtroppo, dalle confessioni del pentito Giuffrè, un campo di sterminio della mafia, in cui venivano condannati e giustiziati coloro che dissentivano o non pagavano il pizzo.