Riepilogando

CinqueGennaio(biani)C

Crediamo che la mafia oggi sia uno dei poteri più impor­tanti, e che quindi sia com­batterla fondamenta­le.

Crediamo che il giornali­smo sia la forza essenziale della democrazia, e che non vada lasciato solo a chi non può es­sere indipendente.

Crediamo che l’antimafia e il giornalismo libero non sia­no sostenibili con le forze di po­chi, e che quindi debbano co­stituirsi in rete.

in questo numero:

I Siciliani perché

osso-matrosso-carcagnosso

“I Siciliani” vengono avanti nel grande spazio della informa­zione e della cultura, nel momento preciso in cui il problema del Meridione è diventato finalmente, anzi storicamente, il proble­ma dell’intera Nazione.

Chi non si è fermato

Gian Carlo Caselli

Pippo Fava ed i “ragazzi” dei “Sicilian­i” lo sapeva­no bene. La ma­fia non può essere ridotta a cronaca folklo­ristica o questione di ordi­ne pubbli­co di cui occu­parsi solo quan­do si spa­ra. E’ que­stione ben più com­plessa.

La storia, il segno

Nando dalla Chiesa

Ormai mancano poche settimane. Chi ha a cuore la lotta alla mafia e la libertà di informazione si appresta a ri­cordare Pippo Fava a trent’anni dal suo assassi­nio.

Risiko

claudio_fava

Quella sera eravamo in quattro. Noi quattro, come al solito, attorno al tavo­lo della cucina a casa della signora Roc­cuzzo. Riccardo scelse i gialli, che non vo­leva mai nessuno. Antonio e Miki rossi e neri, una vecchia sfida di colori domina­ti che non si risolveva mai. Io mi presi i ver­di, colore fesso, tiepido, di quelli che non la­sciano traccia.

Settembre

gambino

Ogni volta che mi chiedono di scrivere del direttore il mio primo ricordo è que­sto: sia­mo sulla riva del mare, da qualche parte sot­to Taormina, e stiamo per tuffarci in acqua.

Stranezze

Riccardo_Orioles

Sembra stranissimo essere ancora qui. Le vite che non abbiamo vissuto, chissà come sa­rebbero state. Non ce l’hanno mai chiesto, ed era giusto così. Ma serebbe stato bello saperlo.

dalla Rete:

Paolino Avella, la memoria violata

paolino avella

  di Paolo Miggiano Se sul motore di ricerca Google si digita il nome di Paolino Avella, la prima notizia che compare è un articolo, senza firma, pubblicato nella sezione cronaca di la Repubblica.it, dal titolo “Napoli, ragazzo muore per [...]

Forse è il caso di recuperare Pertini e Berlinguer

pertini-pazienza

 «E anche quando non ci fosse stata o non ci fosse una responsabilità del tutto accertata, penso che avesse del tutto ragione il presidente della Repubblica quando ha detto “qui siamo chiaramente in presenza di un’associazione a delinquere”. Un politico [...]

Dolori post lauream

Dolori post lauream

Storia di uno studente Vi ricordate il nostro numero “I want you bamboccione” ? (lo trovate qui)    

Il Giuoco delle parti

Il gioco delle parti

Se un regista di oggi volesse mettere in scena un’opera di Pirandello, cercando di trovare dei nessi con la contemporaneità, cercando in sostanza di parlare necessariamente all’oggi, troverebbe di certo numerose complicazioni.