Mafia ed Emigrazione. Evento al Giardino di Scidà il 21 marzo

Presso il Giardino di Scidà – Bene confiscato alla mafia in via Randazzo 27 a Catania un incontro per discutere e riflettere insieme su questi temi nella giornata del 21 marzo dedicata alle vittime della mafia. Dibattito, mostre e proiezioni dalla Sicilia antirazzista.

Il primo compleanno del Giardino di Scidà

È passato un anno dall’affidamento a I Siciliani del bene confiscato alla mafia di via Randazzo 27 a Catania. Un anno di attività, spettacoli, partecipazione per dare vita al Giardino di Scidà. Domenica mattina, 18 novembre, dalle ore dieci festeggeremo il compleanno del Giardino. E siamo contenti, Giambattista Scidà e Pippo Fava sarebbero contenti anche loro. Siete tutte e tutti invitati.

Gli appuntamenti di luglio al Giardino di Scidà, bene confiscato alla mafia.

Partecipare alle iniziative del Giardino di Scidà non è solo la possibilità di passare le calde serate estive al fresco del grande pino all’aperto, non è solo l’occasione di divertirsi con film e teatro ma è un modo di riappropriarsi di un pezzo di città, di vita: è un gesto di impegno civile contro la mafia, “per la giustizia, per Catania”.

Il Giardino di Scidà, bene confiscato alla mafia. Come sono stati spesi tutti i soldi raccolti.

Il dettaglio di tutte le spese effettuate per mettere in sicurezza e ripulire il Giardino di Scidà, bene confiscato alla mafia e affidato a I Siciliani Giovani, Arci, Gapa e Fondazione Fava.  Ogni singolo centesimo donato può essere visto, toccato con mano, entrando al Giardino di Scidà. Come promesso, abbiamo speso con estrema attenzione tutti i soldi donati. Adesso che devono iniziare le attività, in locali finalmente sicuri e accoglienti, abbiamo bisogno ancora di tutto il vostro sostegno.

Chi dice, chi pensa e chi fa

C’è chi pensa la “la mafia è un’invenzione”

C’è chi pensa “la mafia esiste eccome!”.

C’è chi poi dice “ma è troppo forte non si può fermare!”.

C’è chi dice: “Certo, Falcone e gli altri sono stati degli eroi”

Ma aggiunge, dentro di sè: “Ma forse sono stati un po’ fessi”

E infine c’è chi pensa che la mafia va combattuta, sulle strade, nei quartieri, nelle istituzioni..

Uomini e donne, che non sono eroi.

Un giardino per Titta Scidà

Stiamo lavorando per regalare a Catania un altro pezzo di Titta Scidà, non libri ma fiori e piante questa volta. Si chiama “Il giardino di Scidà”, sta in via Randazzo 27: fiorirà nel quartiere Borgo , ci si costruiranno aquiloni, feste di compleanno, discussioni, azioni per conquistare una migliore vita. Non siamo noi soli a farlo, è una faccenda che deve coinvolgere tutte quante le associazioni catanesi e tutti i catanesi che credono nelle cose belle.

I fiori del giardino di Scidà

Un giardino dove passare le calde serate d’estate: guardando un film, o ascoltando musica, o vedendo spettacoli teatrali, o funamboli e giocolieri circensi. Ma sarà anche un luogo per ricordare le vittime uccise dalle mafie, ma soprattutto le vittime vive e innocenti che vivono nei nostri quartieri popolari oppressi dallo “Stato mafioso”. Inoltre, ci sembra naturale che in questo giardino potremmo mettere radici per una libera informazione, presupposto per essere cittadini consapevoli.