Periferie – “Gente che fatica assai con i pochi mezzi a disposizione”

Marano Ragazzi Spot festiva- momento dello spot 2017

Siamo nell’ ottobre del 2014, lui è Rosario D’Uonno, professore napoletano e ideatore – insieme ad altri colleghi – del “Marano Ragazzi Spot Festival”, un festival anticamorra di pubblicità sociale organizzato dalle scuole di Marano di Napoli in collaborazione con “Libera- Campania” e l’Ufficio scolastico regionale. Questo Festival anticamorra è nato diciannove anni fa con l’obiettivo di dare ai ragazzi maranesi un motivo per non vergognarsi della loro provenienza.

Lotta alle mafie: la Chiesa faccia davvero la sua parte

vaticanopiovra

Chiesa e mafia. Un ossimoro. Un’antitesi perenne che nel 2017 impressiona ancora di più. Eppure anche in queste prime settimane del nuovo anno abbiamo assistito a due eventi in cui la Chiesa, dal Veneto alla Calabria, è rimasta coinvolta nei rapporti con le mafie.

Una piazza a misura di bambino

Genova piazza Unicorno - 03

Da parcheggio abusivo a piazzetta per i bambini. Un progetto di collaborazione tra scuola, cittadini e istituzioni. Genova, la piazza Unicorno adesso è uno spazio ideato da bambini e per i bambini.

Napoli, cronache di mostri sui muri.

Murales Blu 1

Nel Luglio 2016, con la Delibera n. 466/2016, il Comune di Napoli ha riconosciuto sette centri sociali presenti in diversi quartieri della città come “beni comuni”. La procedura non è stata un semplice affidamento degli immobili ma, piuttosto, il riconoscimento da parte delle istituzioni della validità dei progetti sociali e politici portati avanti negli spazi liberati e restituiti alla cittadinanza. Tale passaggio, molto rilevante a livello politico, restituisce l’immagine di una città che cerca un senso più stretto di comunità.

Il carnevale della cittadinanza e della dignità

Carnevale_Cittadinanza

Musica, poesie, spazio per i più piccoli con tanto di bolle di sapone. E’ il carnevale della cittadinanza e della dignità per i nuovi e vecchi italiani quello che si è svolto ieri, dalle prime ore del pomeriggio, nella bella cornice della piazza del Pantheon a Roma.

La periferia che non va di moda

colaneri

‘A Venella è il posto dove vendono l’eroina più schifosa di tutta Secondigliano, quei fatti che, nel pullman, i tossici bestemmiavano come a che quando, a causa della rota, dovevano scendere prima e comprarsi il pezzo là. Questo succedeva anni fa, quando sul corso ci stava ancora lo spartitraffico e nelle ore di punta restavi intasato per ore prima di arrivare a Scampia. Oggi nella Venella la roba si vende ancora, forse un po’ meno di prima e la vendono quelli di via Vanella Grassi, il vicolo affianco, di cui tutti parlano a causa della cosca omonima, che in questi ultimi mesi ha visto alcuni affiliati fare il voltafaccia e contendersi lo spaccio con gli ex amici.

Uno spettro si aggira sul vulcano

escif_police

La stampa ha individuato l’origine del fatto nell’attività di pericolosi elementi anarco-insurrezionalisti, attivi da tempo nell’area vesuviana. Si tratta, in effetti, di individualità della zona che da qualche tempo hanno avviato un’attività composita intorno al circolo, costruendo una biblioteca tematica, organizzando doposcuola per bambini e adolescenti della zona, dando vita a iniziative, concerti, presentazioni di libri. Attività che, fin dal principio, hanno riscosso un interesse da parte dei carabinieri locali, dal momento che gli stessi hanno esercitato pressioni sul proprietario dei locali per rifiutare gli affittuari

I Siciliani: Lavori in corso

sottoscrivisicilianiconsoli

Stiamo lavorando al prossimo Siciliani giovani, un magazine di cento pagine a diffusione nazionale da fare uscire a primavera. Come si fa a dare concretamente una mano? Che cosa serve?