Minacce dei razzisti, minacce dei mafiosi…

Stavolta se la sono presa con Orazio Vasta, sindacalista USB

“Orazio Vasta, sei convinto che non riusciremo a raggiungerti? Sono io quello che ti spaccherà il fegato”. Questa è la frase che sintetizza le gravi minacce telefoniche subite dal compagno Orazio Vasta, militante della Federazione di Catania dell’USB, in seguito ai suoi articoli sulla “nave nera”, pubblicati da vari giornali on line.

foto Delizia Flaccavento

Flottiglia antirazzista contro C-Star (29-07-2017)

Minacce che Vasta ha denunciato ai carabinieri del capoluogo etneo “Come militante dell’USB e come giornalista, insieme ad altri colleghi e compagni, mi sono occupato della nota nave nera, che sarebbe dovuta arrivare a Catania, imbarcare dei mercenari legati all’estrema destra fascista, recarsi nel Mediterraneo, intercettare le navi delle ONG, sequestrare le migranti e i migranti e, poi, consegnarli alle autorità libiche… Per mettere in atto la nostra strategia di contrasto all’arrivo di questa nave, come USB, abbiamo attivato, assieme a tantissime associazioni catanesi, una campagna di vigilanza antirazzista e antifascista al porto di Catania. Dal 20 luglio sono iniziate le telefonate anonime con le minacce fasciste”.

Orazio Vasta, sei convinto che non riusciremo a raggiungerti? Sono io quello che ti spaccherà il fegato“. Tra le minacce anche “Il comunismo internazionale non riuscirà a distruggere l’Europa bianca. A Catania, vi staneremo tutti “. Le minacce dei fasciorazzisti – che, in queste ore, hanno anche raggiunto il giornalista Andrea Palladino – non hanno intimidito il nostro compagno e tutte e tutti coloro che erano a conoscenza della situazione. Catania antifascista non si fa intimidire. Antifascismo, militante, ora e sempre. Usb c’è!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *

Si informano i lettori che i commenti troppo lunghi potrebbero essere considerati SPAM e cestinati in automatico.
Vi preghiamo pertanto di essere concisi nei vostri commenti.