“L’antimafia sociale: esperienze a San Cristoforo”. L’UniCT incontra da vicino il Gapa e la sua attività nel quartiere

All’Università di Catania si terranno delle lezioni frontali sul fenomeno mafioso e sulle sue conseguenze nel tessuto urbano della città etnea, e sulle caratteristiche socio-economiche dei quartieri popolari. 

Gli incontri, che si terranno anche presso i locali dell’associazione Gapa che da più di 25 anni opera nel difficile rione di San Cristoforo, fanno parte del ciclo di laboratori tematici dell’Ateneo su “Territorio, Ambiente e Mafie”, ed è rivolto a tutti gli studenti dell’università di Catania. 

Con tale iniziativa ci si vuole prefiggere lo scopo di comprendere più da vicino il fenomeno mafioso, conoscendo ed approfondendo contenuti e modalità di applicazione dell’antimafia sociale sperimentata nel quartiere San Cristoforo dagli attivisti del Gapa.

Un’ottima iniziativa curata dai professori dell’Ateneo Nunzio Famoso e Antonio Pioletti. Di certo, conoscere più approfonditamente l’importantissima esperienza del centro di aggregazione popolare che, ormai da quasi tre decenni, porta avanti un enorme lavoro fatto di intessitura di reti sociali, di interventi sui minori e di antimafia sociale, garantirà l’acquisizione di conoscenze e pratiche adeguate per la comprensione del fenomeno mafioso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *

Si informano i lettori che i commenti troppo lunghi potrebbero essere considerati SPAM e cestinati in automatico.
Vi preghiamo pertanto di essere concisi nei vostri commenti.