La Mafia dell’Antimafia: firma la petizione per portare l’inchiesta di Telejato in Parlamento

 

Pino Maniaci, dopo gli atti intimidatori indirizzati a lui e a Telejato continua il suo lavoro e chiede di essere ascoltato in Commissione Nazionale Antimafia

Firma qui la petizione per far udire Pino Maniaci in Commissione Nazionale Antimafia

 

C’È ANCORA UN BUSINESS DI CUI NON SI PARLA, UN BUSINESS DI MILIONI DI EURO. IL BUSINESS DELL’ANTIMAFIA.

Quattro mesi dopo il brutale assassinio di Pio La Torre, nel 1982, viene approvata la legge Rognoni-La Torre, che consentiva il sequestro e la confisca di quei beni macchiati di sangue. Finalmente, lo Stato aveva le armi per attaccare gli ingenti patrimoni mafiosi. Nel ’96 grazie a Libera nasce la legge 109 che disponeva l’uso sociale dei beni confiscati alla mafia, e finalmente terreni, case, immobili tornano alla comunità.

Tutto bellissimo. Nella teoria. Qualcosa però non funziona. Questi beni, sequestrati, confiscati, falliscono l’uno dopo l’altro. Il 90% di imprese, aziende, immobili, finisce in malora spesso prima ancora di arrivare a confisca.

A non essere rispettata e ad aver bisogno di una riforma strutturale è la Legislazione Antimafia – Vittime della mafia e relativo Decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159.

Parliamo di aziende e imprese sequestrate perché di dubbia legalità: aziende che forse furono acquistate con proventi mafiosi, o che svolgono attività illecito-mafiose, e che per chiarire questo dubbio vengono poste sotto sequestro ed affidate alla sezione delle misure di prevenzione del Tribunale competente. In questo caso, parliamo del Tribunale di Palermo, che amministra la grande maggioranza dei beni in Sicilia […] continua a leggere il testo della petizione e firmala su  www.change.org/benisequestrati

Sostieni questa battaglia di legalità e aiutaci a passare parola

3 pensieri su “La Mafia dell’Antimafia: firma la petizione per portare l’inchiesta di Telejato in Parlamento

  1. Condividi totalmente e da troppi anni che si tollerano comportamenti e fatti gravissimi. Tanto che oramai è legittimo parlare di mafia dell’antimafia.

  2. La definizione “mafia dell’ Antimafia” mi appare impropria e grave. Si parli di “opacità'” di certa Antimafia, ricordando che la parola “mafia” rappresenta crimini ed efferatezze infinitamente più’ gravi dell’agire opaco e talvolta illegale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *

Si informano i lettori che i commenti troppo lunghi potrebbero essere considerati SPAM e cestinati in automatico.
Vi preghiamo pertanto di essere concisi nei vostri commenti.