Il mestiere di giornalista

C_2_fotogallery_3083868_7_image

Sino a che punto in Italia è possibile assolvere un ruolo d’inchiesta e di denuncia con tutti i rischi che ne derivano? Fino a che punto i mezzi d’informazione sono disposti a “rischiare”, tenendo presente che spesso i giornalisti “con la schiena dritta” si trovano a confrontarsi con fascisti, mafiosi, violenti massoni, politici, magistrati, con il dubbio, che spesso diventa paura di rimetterci la pelle?

“L’antimafia sociale: esperienze a San Cristoforo”. L’UniCT incontra da vicino il Gapa e la sua attività nel quartiere

gapa1-604x320

Una serie di incontri organizzati dall’Ateneo di Catania aventi ad oggetto la comprensione del fenomeno mafioso e le sue conseguenze nei quartiere popolari. Come modello l’attività del Gapa, il centro di aggregazione popolare che da più di 25 anni opera nel difficile rione di San Cristoforo

Sicilia, migranti e profughi: ribaltare il modello dell’integrazione mancata. Intervista a Giuliana Sgrena

1622142_1405887809722258_2677225312269827630_n

La Sicilia da sempre terra di confine fra culture si scontra drammaticamente con il fenomeno globale della migrazione. Il modello di integrazione basato su Cara e Sprar funziona? All’indomani dell’iniziativa organizzata da Sinistra/Lavoro e Sel su questa tematica, abbiamo intervistato Giuliana Sgrena, giornalista e conoscitrice del mondo arabo e islamico