Catania libera dalle mafie

Bianco dimettiti

Corteo Cittadino 30 gennaio 2016. Dall’assemblea al Gapa del 5 gennaio è cominciato un cammino. Molti gruppi di base, senza partiti, hanno risposto all’appello dei Siciliani giovani. Ecco il nostro reportage fotografico.

Il cricket dietro l’angolo

1

Puoi vederli nelle tiepide giornate domenicali riunirsi sotto il campanile della Chiesa del Carmelo, in piazza Carlo Alberto, la piazza da fera per tutti i catanesi: il mercato della città. Oppure ancora, in un grosso campo incolto vicino al vecchio quartiere di Ognina in mezzo a carcasse d’auto e rimorchi di autotreni.

Passeggiando al buio

passeggiata-al-buio-2

Avevo due alternative: chiudermi in casa e dipendere da qualcuno per vivere una situazione più o meno normale o cercare una totale autonomia che mi facesse vivere la vita. Scelsi la seconda opzione per continuare a mantenere i miei impegni lavorativi e sociali. Non feci i conti con gli altri e con una città che non dà, né strumenti né solidarietà ai disabili.

Quello che conta è come si raccontano le cose

Scianna01

A Ragusa Ibla, quartiere barocco per eccellenza, patrimonio Unesco, si è tenuta la quarta edizione del “Ragusa foto festival”, un’occasione di confronto culturale ed artistico con mostre e letture portfolio da parte di fotografi e photo editor di livello nazionale ed internazionale. In questo contesto abbiamo avuto la fortuna di conoscere meglio Ferdinando Scianna, importante fotografo siciliano di fama internazionale, ponendo a lui alcune domande.

You will forget me (Vi dimenticherete di me)

Camille-Lepage-photographe9

“Vorrei che chi vede le foto provi vergogna nei confronti del suo governo per il fatto che sanno e non fanno niente” afferma Camille durante un’intervista su PetaPixel nel 2013. “Quello che è veramente frustrante è che i media non sono interessati. Nel mio intimo speravo di cambiare lo stato delle cose, ma ho subito realizzato che ci vuole tanto tempo, più di quello che pensavo”

“Gente di Agata”, una mostra fotografica di Alessandro Romeo

??????????????????

Gli sguardi, i gesti, le emozioni di un popolo devoto, che accompagna le celebrazioni agatine nei giorni cruciali della festa, dal 3 al 5 febbraio, sono raccontati dall’artista, di origine messinese, attraverso sedici immagini, forti e stranianti, punto d’arrivo di un lungo e intenso reportage per le vie catanesi