Contro l’apertura di Casapound in piazza Idria

Catania. Domani in piazza San Domenico per manifestare

Casapound è un partito neofascista, razzista e omofobo. Molti dei suoi esponenti e frequentatori sono noti per aggressioni, accoltellamenti e persino omicidi di ragazzi, migranti e non, per le collusioni con cosche mafiose, per giri di affari sporchi e per i contatti con i gruppi neonazisti europei.

A chi soffia sul fuoco della crisi e alimenta guerre tra poveri non possiamo che opporci, perché è impossibile non opporsi a chi fa della paura il suo credo e al tempo stesso la sua arma. L’antifascismo non è un colore politico, è un valore e un sentimento, un’emozione che brucia e che ogni giorno ci spinge a lottare per ciò che è giusto, contro la paura. Chi si riconosce nei valori della libertà, dell’uguaglianza, della diversità e della giustizia sociale è antifascista.

manifestazione

La libertà dà dignità, ci permette di decidere e di prenderci delle responsabilità, di operare delle scelte, ci consente di amare, di avere coraggio, di crescere e imparare, sviluppare i nostri talenti, esplorare la vita ed il mondo. Proprio la libertà è quella condizione di base per cui è possibile essere diverse e diversi.

Le diversità – di idee, di genere, di orientamento sessuale, di età, di etnia, di esperienze – non può e non deve essere percepita come un ostacolo: un’opinione diversa può arricchire un punto di vista, un’esperienza diversa può arricchire le proprie, così come un’etnia diversa può arricchire il nostro bagaglio culturale. Solo se c’è diversità c’è confronto, scambio di idee e crescita collettiva.

Diverse e diversi dunque, tutte e tutti, ma allo stesso tempo uguali. Ma non può esserci uguaglianza senza giustizia sociale. Le diseguaglianze oggi spaccano il mondo in due grandi parti: quella piccola dei ricchi e quella grande dei poveri. Ma queste devono  essere abbattute per favorire  giustizia sociale e garantire a tutti e tutte le stesse possibilità, gli stessi diritti, le stesse opportunità.

CasaPound Italia è per sua natura la negazione di questi valori. L’apertura di una sede ispirata ai valori del fascismo, alla dittatura del pensiero dominante si stampo razzista, xenofobo, omofobo e sessista è un pericolo. Un pericolo per le scuole, le università, il quartiere dell’Antico Corso; un pericolo per l’intera città.

Facciamo appello a tutti e tutte, singoli e gruppi, associazioni, partiti, istituzioni di vario tipo, affinché si espongano e si mobilitino per evitare l’apertura della sede di CasaPound Italia Catania nella nostra città. Non si può più far finta di nulla.

Domani, sabato 16 dicembre, alle ore 10 presso il Monastero dei Benedettini è indetta una conferenza stampa in cui i portavoce di alcune delle realtà promotrici presenteranno l’appello pubblico agli organi di stampa. Mentre alle 16.00 l’appuntamento sarà in piazza San Domenico per manifestare contro l’apertura della sede.

Per aderire all’appello basta commentare o inviare un messaggio alla pagina fb “Non vogliamo CasaPound” o una mail a nocasapound@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *

Si informano i lettori che i commenti troppo lunghi potrebbero essere considerati SPAM e cestinati in automatico.
Vi preghiamo pertanto di essere concisi nei vostri commenti.