CATANIA La società civile contro le intimidazioni

Un politico: “Guai a voi: la mafia non esiste!”

Apprendiamo che in questi giorni il candidato all’Assemblea Regionale Siciliana, Riccardo Pellegrino, nel corso di un’iniziativa elettorale tenutasi nel quartiere di San Cristoforo, ha avuto modo di dichiarare, dopo aver augurato un’impropria cacciata dei comunisti dal quartiere, che la mafia, a San Cristoforo, non esiste.

catania mafia

Mauro Biani

Dire che la mafia non esiste a San Cristoforo, oltre ad essere falso, è anche pericoloso e indegno per un candidato al Parlamento Siciliano.

Significa, prima di tutto, essere fuori dalla Storia di questa terra e ignorare la lotta di migliaia di donne e di uomini che hanno affrontato, con la propria vita, i soprusi e le oppressioni mafiose.

Significa isolare tutte quelle realtà sociali che, dignitosamente e con enormi difficoltà, giorno per giorno, costruiscono percorsi di emancipazione e di giustizia sociale e che, peraltro, per questa loro attività, hanno subito pesanti intimidazioni proprio a San Cristoforo (le ultime risalgono alla scorsa estate).

Significa calpestare pubblicamente la dignità di tutti coloro i quali lottano per cambiare Catania e la Sicilia e costruire una democrazia liberata dal bisogno e dalla miseria.

Per queste ragioni chiediamo a tutte le forze sociali, a tutte le associazioni, i collettivi e i singoli cittadini, di condannare e prendere le distanze dalle dichiarazioni del candidato Pellegrino che, ad oggi, risulta essere anche Consigliere Comunale della città di Catania.

Arci Comitato Territoriale Catania – I Siciliani Giovani – GAPA (Giovani Assolutamente Per Agire) – I Briganti Rugby Librino- Associazione Gammazita – LpS Liberi Pensieri Studenteschi – M.U.A. Movimento Universitario Autorganizzato – Comunità Resistente Piazzetta- Circolo Arci Melquiades – Fondazione Fava  – Centro Polifunzionale ex cinema Midulla – Circolo Arci Faber – Associazione Culturale Clatù – Link Studenti Indipendenti Catania…..

***

Le adesioni all’appello possono essere operate sottoscrivendo a questo indirizzo

http://chn.ge/2zc2CSa .

Chiediamo espressamente ai partiti politici o ai soggetti direttamente impegnati in questa campagna elettorale siciliana di non aderire per evitare becere strumentalizzazioni elettorali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *

Si informano i lettori che i commenti troppo lunghi potrebbero essere considerati SPAM e cestinati in automatico.
Vi preghiamo pertanto di essere concisi nei vostri commenti.