Perché a Librino il 90% di NO al referendum

poveri-indigenti-italia

È stata insomma anche una reazione al malessere sempre più grande che attanaglia soprattutto le periferie, e spero che anche per le elezioni amministrative e politiche la gente capisca pure che se non ha un lavoro e spesso non ha niente da mangiare, accettare promesse di lavoro che non si concretizzeranno mai o semplicemente pacchi di spesa, non risolve una condizione di marginalità a cui i molti hanno deciso di relegarli.

Catania, i quartieri periferici e quelli del centro storico

Librino, Catania, foto Stefania Di Filippo

Intervista a Sara Fagone, segretaria della Camera del lavoro di Librino

“C’è una grande distanza tra politici e popolo, lo dimostra il fatto che sempre meno gente va a votare, inoltre gli eletti non conoscono il territorio e i reali bisogni delle persone. Ma credo anche che una parte di responsabilità sia da attribuire alla rassegnazione dei cittadini.”

Brucia Catania

campagne zone Librino, San Giorgio, Zia Lisa

Brucia l’illecito

Brucia la sua periferia tra Zia Lisa, Librino, San Giorgio, fino all’Oasi del Simeto. Brucia Monte Po e la discarica abusiva di cui tutti sanno e a cui nessuno provvede. Brucia l’amianto ed i rifiuti illeciti. Brucia la plastica. Chiudi le finestre ma il puzzo ti entra fin dentro i polmoni. Sono tossici che tossisci, tossisci, tossisci…

Principessa

Luciano Bruno

Luciano Bruno, giornalista antimafia, ha voluto che il quartiere di Librino facesse da sfondo alla prima del suo spettacolo in onore della sua Principessa

Passeggiando per Librino

Ospedale San Marco - 04

L’ospedale San Marco era nato dall’idea di sostituire il vecchio Vittorio Emanuele (O.V.E.), situato in una zona trafficata. La consegna era prevista per la primavera del 2013, poi venne rinviata alla primavera del 2014 ma, a oggi, dell’ospedale San Marco esistono soltanto le strutture murarie.

Librino: teatro Moncada, teatro mancato

moncada1

Proviamo solo immaginare, per un attimo, come potesse essere prima di tutto il degrado e l’abbandono che appare davanti ai nostri occhi tutta la zona di viale Moncada, 3 dove sorgono adesso il cosiddetto “Palazzo di cemento” e il teatro ormai distrutto, detto appunto “Teatro Moncada”

Teatro Moncada, teatro mancato

teatroMoncadaA

Appaltato, riappaltato, inaugurato in gran pompa da due sindaci differenti… e abbando­nato al degrado e alla devastazione. Tanto, pensa qualcuno là in alto, che se ne fanno di un teatro a Librino, in un quartiere così?