No allo slargo intitolato a Giorgio Almirante a S.Gregorio di Catania

Almirante

No allo slargo intitolato a Giorgio Almirante a S. Gregorio di Catania. Siano, invece e in alternativa, valorizzati gli uomini e le donne del nostro territorio che, contribuirono alla riconquista della democrazia e della libertà, sacrificando la propria vita, vittime di persecuzioni e violenze da parte della dittatura fascista.

Qua si continua

Pippo_Fava

“Un uomo dentro a un giubbotto di pelle con una nazionale sempre in bocca e una faccia da saraceno”. Non so se fu un caso quando in quella calda estate dell’Ottanta lo incontrammo o se fosse già scritto da qualche parte, so solo che fummo accolti con un abbraccio severo che provocò in noi soggezione e rispetto.

Un giardino per Titta Scidà

scida

Ci stiamo organizzando per regalare a Catania un altro pezzo di Titta Scidà, non libri ma fiori e piante. Si chiamerà “Il giardino di Scidà”.

Essere liberi significa avere la possibilità di scegliere

SDC14950_800

“Entra, il Gapa è bello! Ti diverti con noi se entri!” Samuele incita un bambino un po’ timido a lanciarsi nella nuova avventura che è iniziata quest’anno in via Cordai. Ventotto anni di attività e di doposcuola al Gapa non hanno fatto da cuscino morbido su cui adagiarsi, ma da motore per interrogarsi sui bisogni dei bambini, senza mai stancarsi. 

SIAMO NOI I VERI COLPEVOLI

ragazzo-grata

In un periodo in cui la forbice tra le due città (quella dei “pub”, dei Master Universitari, dell’Etna Valley e quella dei quartieri abbandonati, delle scuole fatiscenti, dello sfruttamento del lavoro minorile) è sempre più aperta, non ci viene difficile trovare i veri colpevoli

Chi ha rubato il natale a Carletto?

prima-pag-1

Caro Napolitano, giorni fa ho visto Carletto, un bambino del nostro quartiere che ha dieci anni, gironzolare per le strade durante la mattinata, in un orario in cui doveva stare a scuola. Gli ho chiesto perché non era andato a scuola e mi ha risposto : “I me cumpagni se ne sono andati al Circo!” “E tu perché non ci sei andato?” chiedo io. “Picchì me mamma non aveva i soddi per il biglietto!” risponde lui

Il nostro Scidà

giambattista_scida

Il 22 novembre, nel terzo anniversario della morte di Titta Scidà, il Gapa inaugurerà – alle ore 18.00 nella sede di via Cordai 47 a San Cristoforo – la Biblioteca Popolare. Sarà dedicata al Presidente che dedicò tutta la sua vita alla causa del disagio giovanile, alla giustizia e alla legalità. Ricordiamolo insieme e manteniamo sempre viva la memoria di un grande uomo e magistrato, che per tanti di noi è anche stato un amico insostituibile.”

Questa Biblioteca, e l’annesso Centro di Documentazione, era una vecchia idea di Scidà, che andando in pensione volle anche destinare una somma per la sua realizzazione. Ci sembra che non ci sia modo migliore di ricordarlo: i libri e i bambini del quartiere. Lottando per una città più umana, “madre e non matrigna” – come diceva lui – dei suoi figli.

Scidà rappresenta un punto di riferimento per Catania non solo per le sue qualità di magistrato, ma come uomo attivamente impegnato nella lotta contro la mafia, i poteri mafiosi e l’ingiustizia sociale alle radici della microcriminalità.